A- A+
Controvento
Governo, in lode del mancato premier Giuseppe Conte
Foto LaPresse

Adesso che ad occupare la scena è Carlo Cottarelli, con i suoi ministri sacrificali (pronti cioè ad esporsi per amor di patria nel ruolo di ministri-funzionari senza maggioranza in Parlamento) vale forse la pena di spendere qualche parola di apprezzamento per il professor Giuseppe Conte. Non è diventato l’avvocato degli italiani, non ha guidato il governo del cambiamento. Ma ha rinunciato rapidamente al ruolo nel quale era stato attirato da Di Maio e Salvini: esecutore di un mandato, più che guida di un governo.

Avrebbe potuto resistere, o giocare in proprio qualche carta (nomi di ministri). Invece ha lasciato rapidamente la scena defilandosi, e chiarendo che l’interlocutore del Colle non era lui, ma semmai i suoi “danti causa”: Di Maio e Salvini, appunto.

E qui si chiarisce tutto: la Costituzione, e la prassi costituzionale di 70 anni, dicono che i ministri si definiscono con una intesa, o una dialettica se volete, tra il Capo dello Stato che ha attribuito l’incarico e il Presidente del consiglio incaricato. Schiacciato dai diktat di partito, Conte ha deciso di farsi da parte. Atto di realismo e di correttezza.

Qualcuno dirà: ma ai tempi della Prima Repubblica e del “manuale Cencelli” i partiti avevano eccome voce in capitolo. Però l’avevano con il Premier designato, che era uno di loro, non con il Presidente della Repubblica. Al dunque, la mediazione sui nomi avveniva tra due personaggi istituzionali.

Giuseppe Conte sapeva bene di essere una figura “di ripiego”, un professionista chiamato a conciliare le pretese antagoniste di Di Maio e Salvini. Non un giocatore, ma quasi un arbitro, un “conciliatore” tra interessi divergenti dei titolari del famoso “contratto di governo”. Non si è montato la testa, e ha salutato con dignità e discrezione. Chapeau.

Tags:
governogiuseppe contecarlo cottarellim5slega
in evidenza
Il fatto della settimana Cesare Battisti visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Cesare Battisti visto dall'artista

i più visti
in vetrina
Neve in pianura. Neve a Milano e Torino. Confermato. Ecco quando. Meteo neve

Neve in pianura. Neve a Milano e Torino. Confermato. Ecco quando. Meteo neve


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Range Rover Evoque conquista Milano

Range Rover Evoque conquista Milano


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.