A- A+
Controvento
Merkel ha governato con l'inciucio. Ben venga anche in Italia


E’ ben strana la quasi unanimità dei commentatori che denigrano i sistemi elettorali come il Rosatellum, colpevole di condannarci all’ingovernabilità, o all’accordo tra avversari alla faccia degli elettori espropriati del potere di decidere chi governa.

Adesso si scopre che persino la Germania di Angela Merkel può finire su un binario morto, senza governo e con il rischio di elezioni-bis. E ci si ricorda che è già successo in Spagna; e che Belgio e Olanda hanno vissuto lunghi periodi di esecutivi prorogati o di minoranza.

Riportiamo la questione al suo nocciolo: ci sono sistemi ultramaggioritari, dove la minoranza più consistente, ma sempre minoranza, decide tutto. Vedi la Francia, con Macron che ha ottenuto, considerata l'affluenza alle urne, il consenso di appena il 18 per cento dei Francesi. O gli Stati Uniti dove Trump è presidente anche se ha avuto meno  voti di Hillary Clinton. Sull’altare della governabilità spesso si consumano alcuni paradossi. O anche veri e propri misfatti, in quelle democrazie “per modo di dire” dove il più votato la fa da padrone e reprime o addirittura cancella la voce di chi non lo ha scelto. Vedere alle voci Erdogan, Putin e Mugabe.

In Italia ci lamentiamo che Monti, Franceschini, Renzi e Gentiloni hanno governato senza un’investitura popolare, anche se hanno ottenuto la maggioranza in Parlamento. Accadeva in Italia dal ’46 al ’94, con la cosiddetta Prima Repubblica; che sarà anche superata, ma non diede cattive prove.

Le vie sono due: il sistema che dà molto potere al vincitore (Il primo dei votati), sperando che non prevarichi a danno dell’opposizione e di chi dissente; o il proporzionale dove è probabile (ma non certo) che si debbano formare coalizioni, governi di più partiti, quelli che oggi si usa chiamare inciuci. I quali hanno un vantaggio: allargando la maggioranza si costruisce una linea di governo che non corrisponde al 100% al programma di un partito, però è più inclusiva, meno penalizzante per chi ha votato per i secondi, o i terzi o i quarti. Che questo sia un male è tutto da dimostrare.

Il compromesso o inciucio è quello che ha consentito ad Angela Merkel di governare fino a quest’anno; e che in tanti sperano possa ripetersi, per la Germania e per l’Europa. Se accadrà vedremo.

Ma perché quel che giova a Berlino dovrebbe essere uno scandalo a Roma, a Madrid, a Bruxelles, all’Aia? In tempi di risse, di contrapposizioni feroci (i migranti, la UE) e violenze non solo verbali, non sarà meglio che la politica torni a frequentare le vie della mediazione?

Tags:
inciucio
in vetrina
Isola dei Famosi 2019, 8 NAUFRAGHI SONO UFFICIALI. Isola dei Famosi 2019 news

Isola dei Famosi 2019, 8 NAUFRAGHI SONO UFFICIALI. Isola dei Famosi 2019 news

i più visti
in evidenza
Spot sul bebè con due papà Dopo Gillette, polemica Pampers

Costume

Spot sul bebè con due papà
Dopo Gillette, polemica Pampers


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Fiat rinnova la gamma Tipo

Fiat rinnova la gamma Tipo


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.