Rigoletto

di Angelo de' Cherubini

A- A+
Il rigoletto
Felici per sempre. Come affrontare le difficoltà della vita. Il libro

Quanto ci sbagliamo sulla felicità! Spesso la confondiamo con quello che ci accade o l’avere ciò che
desideriamo. Se sono ricco e famoso, se godo di buona salute, se tutti mi amano, allora sono felice. Se invece sono malato, il partner mi vuole lasciare, ho problemi di lavoro, sono infelice. Ma non è così, ci dice Mario Furlan. Perché la felicità è una faccenda interiore e non dipende da ciò che la vita ci presenta, ma da come noi ci presentiamo alla vita. Ci sono senzatetto che bevono e si drogano, e altri che sono sereni. Ci sono milionari che bevono e si drogano, e altri che sono appagati: plastica dimostrazione che non è ciò che abbiamo a renderci felici, ma ciò che siamo. Come vediamo noi stessi, il mondo, la vita. Perciò se vogliamo davvero essere felici dobbiamo cambiare rotta. La strada verso la felicità è facile, ma bisogna saper prendere la direzione giusta. E Furlan ci aiuta a farlo.

Felici per sempre è un manuale, ricco di esempi pratici tratti dalla vita reale, che ci indica come superare
gli ostacoli, grandi e piccoli, di tutti i giorni. Un libro sincero, introspettivo, che trasmette energia positiva per aprirci gli occhi su cosa è la vera gioia.

«"La felicità è un percorso, non una destinazione" diceva Madre Teresa di Calcutta. E questo libro ci
accompagna passo per passo attraverso il percorso di ricerca della nostra personale felicità» - Maria Rita
Parsi.

IL LIBRO

Autore: Mario Furlan
Editore: Cairo
Uscita: 21 marzo 2019
Pagine: 191
Prezzo: 15,00€

felici per sempre
 

L'AUTORE

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione e leadership e autore di una decina di libri, tra cui Risveglia il campione in te! e Tu puoi!, entrambi editi da Franco Angeli. È noto anche come fondatore dell'associazione di volontariato dei City Angels e come ideatore del Wilding, l'autodifesa istintiva e mentale. Nel 2018è stato eletto "miglior life coach d'Italia" dall'Associazione Italiana Coach. Lavora come formatore con le principali aziende italiane. Il suo sito è www. mariofurlan.com.

PROLOGO

Chi sono io per aiutar-ti a essere felice?
Io che scrivo un libro per aiutarti a essere felice... mi viene da ridere.
Se penso che per anni mi sono sentito la creatura più infelice del mondo: incompreso, emarginato, sfigato, umiliato. E avevo un chiodo fisso: il suicidio.
A 15 anni ci ho provato. Avevo un rapporto terribile con mia madre. Lei pretendeva che io fossi perfetto. Il suo figlio ideale: primo della classe, giudizioso, obbediente... mentre io ero tutt'altro. Mi sentivo estremamente imperfetto. Debole. Fragile. Vulnerabile. Non ero quello che lei voleva. E non ero nemmeno quello che io volevo. Al liceo classico zoppicavo, pur sudando sette camicie. Con le ragazze ero un disastro. Alcuni compagni mi trattavano da rincoglionito, o almeno così mi sembrava. C'erano momenti in cui avrei voluto essere chiunque, ma non me stesso.

Un giorno vidi un cane che scodinzolava in mezzo alla strada. Ecco, pensai, vorrei essere lui. Libero, sereno, felice. E qualche giorno dopo, quando ero solo in casa, chiusi porta e finestra della cucina e accesi il gas. Ero già intontito quando sentii arrivare l'auto di mia madre. Ebbi la lucidità di girare la manopola, aprire la finestra, andare sul balcone a respirare profondamente... e fare finta di niente.

Dai 18 anni in poi ci ho provato ancora. Stavolta con le droghe. E con la violenza. A ogni buco speravo che fosse la volta buona. E ogni volta che andavo a scontrarmi, in piazza o allo stadio, il volto coperto, con i miei compagni dei centri sociali o degli ultrà, speravo di morire per mano degli sbirri. Lanciavo loro contro sassi, e avrei voluto che rispondessero sparandomi. 

Poi sono cambiato. Grazie ad Alessandra: la mia prima vera fidanzata. La prima che mi disse «Ti amo». Tpa prima a credere in me. Anche se io non credevo in me stesso. La domenica, anziché fare casino allo stadio, stavo con lei. Lei voleva sposarmi. Io avevo paura. L'ho lasciata. Ma ormai ero cambiato. Non sono più tornato indietro. E per lungo tempo non sono più nemmeno tornato indietro a riflettere su quanto avevo fatto in quell'epoca della mia vita.

Per decenni non ho mai confessato i miei peccati di gioventù, né la disperazione che li alimentava. Perché mi vergognavo. Pensavo che sarei stato giudicato male. E mi sono guardato bene dal parlarne nei primi anni in cui ho iniziato la mia attività di life coach e formatore. Credevo che avrei perso credibilità. Mi avrebbero riso in faccia e detto: «Come pretendi tu di dirmi quello che dovrei fare, tu che ne hai fatte di cotte e di crude?».

Poi ho capito DUE GRANDI VERITÀ.
La prima: per essere felice, ACCETTATI Così COME SEI. Senza pretendere di essere diverso. Puoi lottare per diventare il meglio di ciò che sei. Ma non per diventare qualcun altro.
Questo concetto l'ha espresso magistralmente Martin Luther King in una sua poesia. Che studiai alle elementari, e che mi è riaffiorata trent'anni dopo:

CHI SONO IO PER AIUTARTI A ESSERE FELICE?
Se non puoi essere un pino sul monte,
sii una saggina nella valle,
ma sii la migliore piccola saggina
sulla sponda del ruscello.
Se non puoi essere un albero,
sii un cespuglio.
Se non puoi essere una via maestra,
sii un sentiero.
Se non puoi essere il sole,
sii una stella.
Sii sempre il meglio
di ciò che sei.
Cerca di scoprire il disegno
che sei chiamato ad essere,
poi mettiti a realizzarlo nella vita.

Avevo detto, fatto e pensato cose poco edificanti. Ma non potevo tornare indietro. Quindi la soluzione migliore non era fingere che non fossero mai successe, bensì accettarle. E accettare che dentro di me c'erano stati quei sentimenti. Forse albergavano ancora, nascosti, in qualche anfratto del mio animo. Anche questo avrei fatto bene ad accettarlo. Meglio sapere che hai un lato oscuro, e affrontarlo, che seppellirlo sotto la sabbia, in attesa che un giorno, all'improvviso, emerga cogliendoti di sorpresa.

La seconda verità è che IMPARIAMO SOLO DAI NOSTRI ERRORI.
Mio nonno mi raccontava gli sbagli della sua vita nella speranza che io apprendessi da loro e non li commettessi anch'io.
Sciocchezze. La vita non funziona così: impari solo dai tuoi errori, non da quelli altrui. Sarebbe troppo bello, troppo comodo... mentre la vita può essere brutta e scomoda.
Lo è per tutti. Non solo per te. Certo, per qualcuno lo è di più e per qualcun altro di meno. Meglio essere ricchi, con tanti amici e ín salute che poveri, soli e malati: è lapalissiano. Ma alla fine LA FELICITA NON DERIVA DA FATTORI ESTERNI. BENSÌ INTERNI. E questa è la terza verità. La più grande. Grazie al mio volontariato nei City Angels, l'associazione umanitaria che ho fondato, ho conosciuto migliaia di senzatetto. Alcuni disperati, altri depressi, altri ancora felici.

Nella mia attività di coach e motivatone ho conosciuto migliaia di affermati professionisti. Alcuni felici, altri depressi, altri ancora disperati.
Esattamente come succede ai senzatetto.
Conosco senzatetto che bevono e si drogano. E altri che sono felici.
E conosco miliardari che bevono e si drogano. E altri che sono sereni.
Plastica dimostrazione che non è ciò che abbiamo a renderci felici.
Ma ciò che siamo.
Come vediamo noi stessi. Il mondo. La vita.
E ciò in cui crediamo.
Questi concetti li ho assimilati nel tempo. Proprio riflettendo sulla mia esperienza. L'esperienza che è, come sosteneva Oscar Wilde, «il nome che diamo ai nostri errori». (A patto di non ripeterli in eterno, naturalmente. A quel punto non è esperienza. È deficienza).

Con tutti gli errori che ho commesso posso dire di avere accumulato una notevole esperienza. Che sono felice di offrire in questo libro. 

Se ci penso, non mi viene più da ridere per l'imbarazzo. Ma da sorridere per la felicità.

Buona lettura, e felice giornata!

Commenti
    Tags:
    rigolettofelici per sempremario furlan
    in evidenza
    Silvia Toffanin, addominali e lato b da urlo in vacanza in Francia. FOTO

    Costume

    Silvia Toffanin, addominali e lato b da urlo in vacanza in Francia. FOTO

    i più visti
    in vetrina
    Francesca Cipriani, esplosiva in piscina. Guendalina nuda, Belen e…FOTO VIP

    Francesca Cipriani, esplosiva in piscina. Guendalina nuda, Belen e…FOTO VIP


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nissan LEAF:Un viaggio 100% elettrico da nord a sud Italia

    Nissan LEAF:Un viaggio 100% elettrico da nord a sud Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.