A Chicago c'è del marcio... La questione morale yankee

Giovedì, 11 dicembre 2008 - 16:50:00


Chi pensava ingenuamente che la "questione morale" fosse appannaggio, per dire, di decine e decine di Paesi dell'emisfero sud, dell'Asia o dell'Europa orientale post- comunista - e incidentalmente di settori della politica italiana - deve aprire gli occhi. E ricredersi sull'integrità senza macchia assoluta (ma i film non li avete visti?) della classe politica nel Paese simbolo, a giusto titolo, della democrazia liberale: gli Usa.

Ora l'ennesimo scandalo nella più corrotta città d'America - Chicago, con il suo apparato di governo anche dell'Illinois - viene a colmare una lacuna di conoscenza per molti. Grazie alla scoperta che il governatore democratico dello Stato, Rod Blagojevich, 52 anni, d'origine serba, è stato arrestato dalla Fbi con l'accusa di aver progettato di "vendere" al miglior offerente (nomine lucrose e molto altro per sé o la moglie) il seggio occupato nel Senato Usa da Barack Obama prima di conquistare la Casa Bianca.

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA
In Vetrina