A- A+
Comunione e separazione
Rifiuto di abbandonare la casa coniugale assegnata all'altro coniuge

Hai problemi con il coniuge, vuoi separarti ma non conosci le normative? Devi affrontare un divorzio e non sai come fare? Su Affaritaliani.it c'è una rubrica per te. Scrivi all'avvocato matrimonialista Sara Severini alla e-mail comunione_separazione@affaritaliani.it

 

domanda

Buongiorno avvocato,

sono separata da mio marito come da sentenza del giudice.

La casa è stata data a me ed a mio figlio piccolo. Mio marito non se ne vuole andare, continua a rimandare ed a trovare scuse... io  ho sopportato per un po' ma adesso sono stanca di questa situazione.

Che posso fare?

Grazie

 

risposta

L'art. 337 sexies  c.c. stabilisce che il godimento della casa coniugale sia attribuito tenendo conto prioritariamente dell' interesse degli stessi per cui l' assegnazione della casa familiare ad un coniuge  è subordinata all' ’affidamento di figli minori o alla convivenza con figli maggiorenni economicamente non autosufficienti.

 

In seguito all' assegnazione sorge in capo al coniuge assegnatario un diritto personale di godimento, che legittima l'esclusione dell'altro.

Egli dovrà quindi trasferire altrove la propria residenza, immediatamente o entro il termine concesso nel provvedimento di assegnazione.

 

L'ordinanza  attributiva del diritto ad uno dei coniugi di abitare la casa familiare è soggetto, in mancanza di spontaneo adempimento, ad esecuzione coattiva, con l' intervento dell' ufficiale giudiziario.

 

Inoltre,  il rifiuto di lasciare la casa coniugale all'altro coniuge può dare luogo a responsabilità penale, sussistendo il reato di mancata esecuzione dolosa dell'ordine del giudice ex art 388 cp. ( ad esempio sostituzione della serratura al fine di con consegnare la casa al coniuge assegnatario come stabilito in sede id separazione)

Il reato è punito con la reclusione fino a tre anni o con la multa da 103 a 1.032 Euro.

 

Infine, se la permanenza nella casa coniugale è accompagnata da atteggiamenti prevaricatori o da violenza o minaccia si può configurare il reato di violenza privata ai sensi dell'art. 610 cp.

 

Colgo l'occasione per comunicare che la rubrica riprenderà a Settembre ed augurare a tutti i lettori buone vacanze.

 

 

 

 

Tags:
comunioneseparazione

in vetrina
Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

i più visti
in evidenza
Da Picasso all'arte islamica in Iran Jaca Book, ecco i libri in uscita

Novità editoriali

Da Picasso all'arte islamica in Iran
Jaca Book, ecco i libri in uscita

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.