A- A+
Comunione e separazione
Infedeltà apparente ed addebito della separazione al coniuge

Domanda

Egregio avvocato,
vivo un momento molto difficile con mia moglie. Siamo sposati da alcuni anni e da qualche tempo chatta e  in palestra si lascia andare ad effusioni pubbliche ed atteggiamenti equivoci con un istruttore molto più giovane di lei. Può immaginare quando vado là ….vengo deriso da tutti e sono in notevole imbarazzo. Per ora vedo questo e non ho prove di rapporti sessuali tra di loro...basta per dargli la colpa della separazione?

Risposta
La fedeltà reciproca costituisce uno dei  doveri coniugali  contemplati all'art. 143 c.c. e consiste nell'impegno, ricadente su ciascun coniuge, di non tradire la fiducia reciproca, di non offendere irreparabilmente l'onore e la dignità dell' altro coniuge e non deve essere inteso soltanto come astensione da relazioni sessuali extraconiugali . Conseguentemente, rilevano anche dei comportamenti che pur non costituendo adulterio, sono gravemente ingiuriosi nei confronti dell'altro coniuge e possono giustificare l'addebito della separazione: la c.d. infedeltà apparente.

Essa si caratterizza per i seguenti aspetti:

-condotta che fa sorgere nell'altro coniuge e nei terzi il fondato sospetto del tradimento

-consapevolezza e volontà di commettere un fatto lesivo dell'altrui onore e dignità

-pregiudizio alla dignità personale dell'altro coniuge, tenuto conto della sua sensibilità e dell'ambiente in

cui vive.

Rileva per la giurisprudenza quale infedeltà apparente il comportamento di un coniuge, che  intrattiene una relazione platonica che dati gli aspetti esteriori ( ad esempio approcci pubblici e insistenti verso un'altra persona)e l'ambiente ristretto in cui i  coniugi vivono, fa supporre l'esistenza di una relazione extraconiugale, comportando offesa alla dignità e all'onore dell'altro coniuge, anche se in concreto una relazione non si è ancora stabilizzata.

Inoltre, la violazione del dovere di fedeltà coniugale, qualora determini la fine del matrimonio, è motivo di addebito della separazione: esso non è automatico ma il giudice dovrà accertare il nesso causale tra infedeltà e crisi coniugale.

In chiusura, colgo l'occasione per augurare a tutti i lettori di Affaritaliani delle serene festività natalizie e comunicare che la rubrica sarà sospesa in tale periodo.

Tags:
infedeltàaddebitoseparazioneconiuge
in vetrina
Elezioni Sardegna e Lotti, nuove batoste per il Pd. Si scatena l'ironia social

Elezioni Sardegna e Lotti, nuove batoste per il Pd. Si scatena l'ironia social

i più visti
in evidenza
Mattia Narducci, da Armani a D&G Il nuovo volto della moda italiana

Intervista di Affaritaliani.it / FOTO

Mattia Narducci, da Armani a D&G
Il nuovo volto della moda italiana


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuovo Mahindra GOA plus: ideale per il lavoro

Nuovo Mahindra GOA plus: ideale per il lavoro


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.