A- A+
Comunione e separazione

MANDA LA TUA STORIA AD AFFARITALIANI.IT

Viste le numerose richieste pervenute alla rubrica per conoscere i diritti ed i doveri sulla separazione tra coniugi e conviventi, Affaritaliani.it ha deciso di dare spazio alle vostre esperienze di vita quotidiana : raccontateci le vostre storie  (convivenza omosessuale, sottrazione di minori, violenze in famiglia , dramma padri separati...) così da poter far luce, denunciare e sensibilizzare su tematiche importanti ed attuali del diritto di famiglia.

Le storie vanno inviate a comunione_separazione@affaritaliani.it

Hai problemi con il coniuge, vuoi separarti ma non conosci le normative? Devi affrontare un divorzio e non sai come fare? Su Affaritaliani.it c'è una rubrica per te. Scrivi all'avvocato matrimonialista Sara Severini alla e-mail comunione_separazione@affaritaliani.it

Domanda

Buongiorno, sono separata con un uomo che non vuole lasciarmi la casa che mi è stata assegnata dal giudice L'ho invitato più volte ad andarsene ma sostiene che è casa sua e che siccome ha speso dei soldi nella casa non ha intenzione di andarsene. In sostanza non si muove!! Che posso fare? Cordiali Saluti.

Risposta

L'istituto dell' assegnazione della casa familiare acquista al momento della separazione grande rilevanza, sia per la forte valenza economica connessa all'acquisto della stessa sia per le conseguenze connesse all'organizzazione della vita coniugale e dei figli. Proprio in riferimento a quest'ultimo profilo infatti, l'art. 155 quater c.c. stabilisce che il godimento della casa coniugale sia attribuito tenendo conto prioritariamente dell' interesse degli stessi per cui l' assegnazione della casa familiare è subordinata all' ’affidamento di figli minori o alla convivenza con figli maggiorenni economicamente non autosufficienti. In seguito all' assegnazione sorge in capo al coniuge assegnatario un diritto personale di godimento, che legittima l'esclusione dell'altro. Da sottolineare, comunque, come nessuno dei coniugi di solito abbandoni di buon grado l'abitazione, specialmente quando non dispone di una valida alternativa abitativa e perciò tenti con ogni mezzo di rimanervi. In tali circostanze, di fronte alle forti resistenze del coniuge al rilascio della casa familiare, l'assegnatario dovrà mettere in esecuzione l´ordinanza del Presidente del Tribunale attributiva del diritto di abitazione, facendo ricorso alla procedura di esecuzione forzata con l´intervento dell' ufficiale giudiziario, perchè diversamente risulterebbe uno spoglio illegale. In conclusione quindi, qualora Suo marito si rifiuti di lasciare l'abitazione assegnataLe dal Tribunale, Lei potrà far eseguire la decisione dello stesso costringendo coattivamente suo marito ad abbandonare la casa .

Tags:
coniugeseparazionedivorzio

in vetrina
Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

i più visti
in evidenza
Oldani, lo chef sbarca su Rai 1 Ecco 'Alle Origini della Bontà'

Spettacoli

Oldani, lo chef sbarca su Rai 1
Ecco 'Alle Origini della Bontà'

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.