A- A+
Affari Europei
Cina, le mani sui Balcani: la testa di ponte di Pechino per l'Ue

L'OMBRA DELLA CINA SUI BALCANI

La Cina allunga i suoi tentacoli sui Balcani. La nuova via della Seta ha un passaggio cruciale attraverso paesi che a breve potrebbero anche entrare nell'Unione Europea. Un motivo in più per Pechino per mantenere rapporti sempre più saldi con governi e stati che potrebbero costituire la testa di ponte per conquistare anche Bruxelles.

RAPPORTO SOLIDO CON LA SERBIA

Non è certo un caso che il presidente del comitato permanente del Congresso nazionale del popolo cinese, Zhang Dejiang, sia in visita a Belgrado. Secondo quanto riporta la stampa locale, è prevista una seduta straordinaria dell'assemblea parlamentare serba dove Zhang rivolgerà un discorso ai deputati. Successivamente Zhang avrà un incontro con la premier della Serbia, Ana Brnabic, presso la sede del governo. In agenda è prevista infine una visita della premier e di Zhang all'impianto termoelettrico di Kostolac. Si tratta solo dell'ultimo incontro in ordine di tempo in un rapporto tra Cina e Serbia sempre più solido.

INVESTIMENTI IN CAMBIO DI POLITICA AMICA

Con una popolazione di poco più di 7 milioni, la Serbia, uno dei paesi più poveri d'Europa, può sembrare un partner improbabile nel piano della Cina per svolgere un ruolo più importante sul continente. Ma i legami tra i due paesi, in combinazione con la posizione geografica, hanno contribuito a mettere Belgrado al centro della spinta europea di Pechino. Per la Serbia e per i suoi vicini, il vantaggio è ovvio: soddisfare il bisogno disperato di investimento stranieri necessario soprattutto nelle infrastrutture, campo nel quale i cinesi eccelgono.

PECHINO VUOLE PIU' AMICI ALL'INTERNO DELL'UE

Per la Cina, le motivazioni sono più sottili ma molto chiare: Pechino sta instaurando una posizione importante sulla porta a sud-est dell'Europa, aumentando la sua influenza nei paesi che probabilmente un giorno saranno membri dell'Unione europea. Con diversi paesi balcanici in previsione di aderire all'Ue nei prossimi anni, la Cina potrebbe avere diversi amici al tavolo dei leader a Bruxelles. Ciò potrebbe aiutare Pechino a respingere le critiche sui diritti umani e su altre questioni.

L'ESEMPIO DELLA GRECIA

Non è un caso che la Grecia, paese nel quale i cinesi stanno investendo moltissimo, proprio il mese scorso abbia bloccato l'Ue dal rilasciare una dichiarazione che condanna la repressione cinese sugli attivisti. Per alcuni in Europa, l'episodio illustra perché l'Ue dovrebbe iniziare a prestare maggiore attenzione all'attività di Pechino nella regione. Alcuni diplomatici tedeschi avvertono che la Cina, come la Russia, potrebbe rapidamente diventare una minaccia per la stabilità nei Balcani.

Tags:
cinabalcanitesta di ponte

in vetrina
Grande Fratello 2018, DOCCIA BOLLENTE PER MARIANA-ALESSIA. Gf 2018 news-foto

Grande Fratello 2018, DOCCIA BOLLENTE PER MARIANA-ALESSIA. Gf 2018 news-foto

i più visti
in evidenza
Venezia premia David Cronenberg Al regista Leone d'oro alla carriera

Culture

Venezia premia David Cronenberg
Al regista Leone d'oro alla carriera

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Fiat 500 Collezione, inconfondibilmente 500

Fiat 500 Collezione, inconfondibilmente 500

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.