A- A+
Affari Europei
Grecia fuori dal piano di salvataggio: incubo finito dopo 9 anni

GRECIA FUORI DAL PIANO DI SALVATAGGIO

"Oggi possiamo tranquillamente concludere il programma Esm senza ulteriori programmi di salvataggio, poiché per la prima volta dall'inizio del 2010 la Grecia può reggersi in piedi da sola''. Lo afferma il presidente del consiglio dei governatori dell'European Stability Mechanism e presidente dell'Eurogruppo, Mario Centeno. ''Questo è stato possibile grazie alla straordinario sforzo del popolo greco, la buona cooperazione con l'attuale governo e il supporto di partner europei attraverso prestiti e la riduzione del debito -continua Centeno- L'obiettivo finale del piano di assistenza finanziaria in Grecia negli ultimi otto anni è stato quello di creare una nuova base per una crescita sana e sostenibile. Sta ancora crescendo, c'è un bilancio e un surplus commerciale, e la disoccupazione sta diminuendo costantemente". "La Grecia è il quinto paese dopo Irlanda, Spagna, Portogallo e Cipro a uscire dal programma EFSF o ESM -ha sottolineato il managing director dell'Esm, Klaus Regling- Poiché ESM ed EFSF sono i maggiori creditori della Grecia, detengono il 55% del debito pubblico totale della Grecia. Vogliamo che la Grecia abbia successo e che il paese abbia fiducia negli investitori. Ciò può accadere, a condizione che la Grecia si basi sui progressi conseguiti continuando le riforme avviate nell'ambito del programma ESM''.

GRECIA, INCUBO FINITO: ORA IL PAESE PUO' REGGERSI IN PIEDI DA SOLO

Nel corso del programma di assistenza finanziaria, la Grecia ha beneficiato di una solidarietà senza precedenti dei suoi partner dell'area dell'euro. Grazie ai bassi tassi di interesse a lungo termine del Esm e dell'EFSF, la Grecia ha risparmiato circa 12 miliardi di euro di debito all'anno, il 6,7% del Pil ogni anno. Nel 2017 il Esm ha attuato misure di riduzione del debito a breve termine che ridurranno il debito pubblico lordo della Grecia di 25 punti percentuali fino al 2060 e il suo fabbisogno finanziario di 6 punti percentuali. Si prevede che le misure a medio termine ridurranno il rapporto debito/Pil della Grecia di altri 30 punti percentuali entro il 2060 e il fabbisogno finanziario lordo del paese di altri 8 punti percentuali.  Certo, il prezzo da pagare a livello sociale è stato molto alto. Ma ora Atene può tornare a respirare.

Tags:
greciasalvataggio

in evidenza
Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

Chiesa

Nuovo testo per il "Padre Nostro"
Cambia il passo sulla tentazione

i più visti
in vetrina
Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.