A- A+
Affari Europei
Macedonia, l'Ue: Schengen non si tocca. Ora anche Berlino teme l'onda di migranti

Prima gli sbarchi in Grecia, poi la lunga marcia fino alla Macedonia e da lì in Serbia. La meta è l'Ungheria, l'Unione europea. Un confine da attraversare prima che il premier magiaro Orban costruisca il muro da 200 chilometri che servirà a tenere lontani i disperati di mezzo mondo.

I numeri di questa marea umana sono impressionanti, tanto che in Germania si aspettano che quest'anno i richiedenti asilo saranno 800 mila. Un numero stratosferico anche per l'economia teutonica, abituata ad accogliere negli anni passati decine di migliaia di immigrati, regolari e non.

E così in molte capitali europee è tornato sul tavolo il dossier Schengen e il trattato di Dublino. In molti governi c'è l'urgenza di rivedere le regole per accogliere sì i migranti, ma per non mettere a rischio la tenuta di alcuni Stati 'invasi' dai richiedenti asilo. I partiti populisti vanno a nozze con la situazione di crisi, ma anche governi come quello tedesco riconoscono che così non si può andare avanti.

Il problema, fanno sapere da Bruxelles, è che non c'è una volontà comune di affrontare il problema (che verrà discusso in sede europea ad ottobre) e soprattutto le ricette sono le più varie. La Gran Bretagna, fuori da Schengen, è preoccupata per la situazione a Calais. Danimarca e Polonia stanno andando ad elezioni, mentre Grecia e Italia sono in prima linea ad affrontare l'emergenza. La Francia non ha una linea definita e la Germania si sta rendendo conto di non poter più accogliere tutti i richiedenti asilo che bussano alla sua porta.

Alcuni vorrebbero sospendere Schengen, anche se si tratta di una soluzione di facciata, visto che il trattato vale solo per i cittadini europei. Alcuni invece vorrebbero modificare Dublino II, che regola l'accoglienza e le richieste di asilo. Ma tra gli Stati ci sono posizioni così divergenti che in pochi pensano che ad ottobre si troverà la quadra.

Tags:
macedoniaprofughischengen
in vetrina
Ascolti Tv Auditel: Flop Adrian, perché la serie rischia di ammazzare Mediaset

Ascolti Tv Auditel: Flop Adrian, perché la serie rischia di ammazzare Mediaset

i più visti
in evidenza
Corona pensa alla politica "Varrei cento volte Salvini..."

Milano

Corona pensa alla politica
"Varrei cento volte Salvini..."


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
car2go archivia un 2018 ricco di successi

car2go archivia un 2018 ricco di successi


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.