A- A+
Affari Europei
Mes, in Germania Afd come la Lega: "Così i tedeschi pagano per gli italiani"

Mes: in Germania Afd come Lega, "tedeschi pagano per italiani"

"Il Mes non e' un meccanismo di stabilizzazione ma un'idra", è stata per anni la parola d'ordine dell'Afd, il partito dell'ultradestra tedesca. In altre parole: né più né meno che un trucco per togliere soldi dalle tasche dei tedeschi. E la posizione, speculare a quella assunta in Italia dalla Lega e da FdI, non è sostanzialmente cambiata quando alla fine del 2018 l'Ue mise sul tavolo il pacchetto di riforme volto a scongiurare nuovi scossoni finanziari nell'eurozona. Come affermava il deputato Afd Bruno Hollnagel, "l'Unione europea parte dal presupposto che attraverso una semplificata erogazione di fondi di sostegno tramite il Mes possa evitare che problemi minori possano trasformarsi in crisi più grandi. Ebbene, l'Afd ha deciso di votare contro". Al suo posto, il gruppo parlamentare dell'ultradestra in Germania aveva proposto di mettere in piedi una commissione di esperti che entro giugno 2019 avrebbe dovuto preparare una serie di opzioni, tra le quali "l'uscita della partecipazione dal Mes, il blocco del varo di un fondo unico monetario europeo, la minimizzazione della minaccia di perdite negli investimenti internazionali della Germania e dei suoi cittadini, in particolare considerando la probabilità di una crisi francese in seguito a quella italiana".

Le proposte dell'Afd sul Mes

A detta dell'Afd, è necessario evitare di utilizzare il Mes "per la ricapitalizzazione delle banche dell'Europa meridionale. Il gioco di squadra tra la Bce e il Mes evidenzia un'intenzione strategic... a causa della costruzione errata dell'Eurozona, i sintomi della crisi non si possono curare neanche con i mezzi più potenti. Per cui è necessario che la Germania e il gruppo dei Paesi nordici finalmente oppongano delle 'linee rosse' invalicabili". Nel giugno dell'anno scorso, inoltre, Alternative fur Deutschland che è fortemente euroscettica - aveva presentato una mozione che chiedeva al governo guidato da Angela Merkel di impedire che l'unione monetaria possa equivalere alla messa in comune, ossia suddivisione, del debito: in altre parole, no a nessuna forma di fondo di salvataggio per i Paesi Ue più "deboli" dal punto di vista finanziario. L'anno scorso, quando era in discussione la manovra "gialloverde", la capogruppo dell'Afd al Bundestag, Alice Weidel, aveva scritto un tweet di fuoco contro Roma: "La folle manovra degli italiani a spese della Germania: perché dobbiamo pagare noi per i ricchi italiani?", scriveva Weidel, aggiungendo che "l'Italia si affida alla solidarietà europea o sul fatto che la Bce annulli i suoi debiti obbligazionari. In questo modo la Germania sara' ancora una volta l'ufficiale pagatore".

Loading...
Commenti
    Tags:
    mesgermaniaafdlegames italiames contegoverno conte mes
    Loading...
    in evidenza
    7 donne su 10 fingono l’orgasmo Uomini, stress da prestazione

    Sondaggio di JOYclub

    7 donne su 10 fingono l’orgasmo
    Uomini, stress da prestazione

    i più visti
    in vetrina
    Neve in pianura al Nord e neve a Milano in arrivo. Ecco quando. Meteo neve

    Neve in pianura al Nord e neve a Milano in arrivo. Ecco quando. Meteo neve


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nissan GT-R50 by Italdesign, prodotta in soli 50 esemplari

    Nissan GT-R50 by Italdesign, prodotta in soli 50 esemplari


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.