A- A+
Affari Europei
Palestina, sì dell'Ue al riconoscimento. La Corte: via Hamas dalla lista nera

L'Europa si muove sulla questione palestinese. E lo fa con un voto storico che ha visto d'accordo gran parte delle forze politiche rappresentate a Strasburgo. Il Parlamento Ue ha approvato a ampia maggioranza una risoluzione sottoscritta da quasi tutti i gruppi che sostiene "in linea di principio" il riconoscimento dello Stato della Palestina sulla base dei confini del 1967, appoggia la soluzione a due Stati con Gerusalemme capitale e esorta la ripresa dei colloqui di pace.

La decisione arriva dopo il riconoscimento della Palestina da parte della Svezia (si tratta del primo paese europeo) e la mozione (non vincolante) dell'Assemblea nazionale francese dello scorso 2 dicembre. La risoluzione è stata approvata con 498 sì, 88 no e 111 astensioni e ha visto la convergenza dei testi presentanti da cinque gruppi, quello del Ppe, del S&D, della sinistra Unita (Gue), dei liberali e dei Verdi, appoggiata anche da alcuni esponenti 'grillini' come Massimo Castaldo e Ignazio Corrao. E' la prima volta che il parlamento Ue assume una determinazione del genere, anche se il voto difficilmente avrà conseguenze concrete: la mozione infatti non sollecita gli Stati membri a riconoscere lo Stato palestinese senza condizioni.

Ma la notizia destinata a far discutere è quella che arriva dalla Corte di Giustizia dell'Ue che ha annullato la decisione dell'Unione di iscrivere Hamas nella lista delle organizzazioni terroristiche. Una sentenza fondata su "motivi procedurali" che scatena l'ira del primo ministro israeliano: "Israele non accetta i chiarimenti dell'Ue che la decisione del tribunale su Hamas sia soltanto un tema tecnico. Ci aspettiamo che l'Ue prontamente ridefinisca Hamas come organizzazione terroristica", ha affermato Benjamin Netanyahu. E Bruxelles, tramite la portavoce dell'Alto rappresentante per la politica estera, precisa in tempi rapidissimi che si tratta di "una sentenza legale, non una decisione politica": il Consiglio può decidere di fare appello, nel frattempo "le misure restrittive restano in atto" e "questo significa che la Ue continua a considerare Hamas un'organizzazione terroristica".

Il tribunale comunitario mantiene in vigore per tre mesi gli effetti dell'iscrizione di Hamas tra i gruppi terroristici, in modo da garantire il congelamento dei beni dell'organizzazione e da consentire un eventuale ricorso. Nel caso il ricorso ci sia, il termine verrà esteso fino alla conclusione del procedimento. I giudici di Lussemburgo sottolineano che la decisione non implica apprezzamenti di fondo sulla natura del Movimento di resistenza islamico che controlla la Striscia di Gaza.

 "La Corte di Giustizia ritiene che le misure contestate siano fondate non su atti esaminati e confermati dalle autorità competenti, ma su imputazioni fattuali tratte dalla stampa e da internet" si legge nel comunicato. In sostanza, secondo il tribunale Ue, una tale iniziativa avrebbe dovuto basarsi su fatti verificati dalle autorità competenti.

Il legale di Hamas, Liliane Glock, si dice "soddisfatta della decisione". Si felicita anche il Movimento di resistenza islamico: "E' questa la correzione di un errore commesso dalla Ue nel 2003 - afferma Sallah al-Brdwail, un dirigente di Hamas, alla agenzia al-Quds - Il terrorismo è la occupazione (israeliana, ndr) e noi ne siamo le vittime".

A fine 2001, sull'onda degli attacchi dell'11 settembre negli Stati Uniti, il Consiglio Ue istituì la lista nera delle organizzazioni terroristiche, contro cui è previsto il congelamento dei beni, iscrivendovi da subito l'ala armato di Hamas e quella politica nel 2003.

Tags:
palestina
in vetrina
Temptation Island Vip 2, Anna Pettinelli lacrime: "Sto male, a Stefano piace.." Temptation Island Vip 2019 News

Temptation Island Vip 2, Anna Pettinelli lacrime: "Sto male, a Stefano piace.." Temptation Island Vip 2019 News

i più visti
in evidenza
Raffaella Fico, tacchi a spillo ... e lato B da urlo. LE FOTO

Pedron topless. Gallery delle Vip

Raffaella Fico, tacchi a spillo
... e lato B da urlo. LE FOTO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford: svelata la nuova Puma Titanium X

Ford: svelata la nuova Puma Titanium X


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.