A- A+
Affari Europei
Theresa May caccia il ministro della Difesa. La sua colpa?Il dossier Huawei 5G
Advertisement

REGNO UNITO, IL MINISTRO DIFESA LICENZIATO PER 5G: 'VITTIMA DI UNA VENDETTA POLITICA'

Gavin Williamson, l'ex ministro della Difesa britannico licenziato da Theresa May con l'accusa di aver diffuso notizie sul coinvolgimento di Huawei nella rete britannica 5G, rigetta ogni accusa ed afferma di essere vittima di una "vendetta" politica e di un "tribunale farsa". In un'intervista al Times, Williamson infatti afferma di avere un pessimo rapporto con Marl Sedwill, il consigliere per la Sicurezza Nazionale che ha condotto l'inchiesta che ha stabilito le sue responsabilità, ed ha affermato di essere convinto che sarebbe stato "completamente scagionato" se fosse stata la polizia a condurre l'inchiesta. Nell'annunciare il licenziamento del ministro, May ha detto che gli sono state presentate delle prove "schiaccianti" della sua responsabilità e che al Williamson è stata data la possibilità di dimettersi, cosa che si è rifiutato di fare. L'ormai ex ministro avrebbe ammesso di aver parlato al telefono con un giornalista del Telegraph il giorno in cui è avvenuta la fuga di notizie, ma nega di aver riferito durante quella conversazione, durata 11 minuti, quanto deciso nella riunione del Consiglio di Sicurezza Nazionale. L'ex ministro continua a sostenere che la fuga di notizie sie arrivata dall'esterno del suo team. "Credo che il primo ministro abbia fatto un grave errore", ha detto alla stampa Gb una fonte vicina a Williamson che è sempre stato un fedelissimo della May.

REGNO UNITO, PENNY MORDAUNT PRIMO MINISTRO DELLA DIFESA DONNA

La premier britannica Theresa May ha nominato Penny Mordaunt alla guida del ministero della Difesa: la prima donna a ricoprire questo ruolo nel Regno Unito. L'ex ministro Gavin Williamson e' stato silurato perche' aveva rivelato ai giornali i dettagli di una riunione di governo in cui si dava il via libera all'ingresso della cinese Huawei nella rete di comunicazione britannica: un scelta controversa che ha scatenato una ridda di proteste. La 46enne Mordaunt, fino ad ora alla guida del dicastero per la Cooperazione internazionale, e' considerata un falco ed e' tra i piu' entusiasti sostenitori della Brexit in seno all'attuale esecutivo Tory. E' una riserva della Royal Navy e una attivista per i diritti delle donne. Si e' espressa a favore dell'aborto e ha criticato la scelta del presidente americano Donald Trump di tagliare i finanziamenti ai centri di pianificazione familiare. Ha denunciato le difficolta' incontrate come donna nelle forze armate che ha esortato ad essere piu' aperte. Qualche anno fa la Mordaunt ha partecipato ad un reality tv di tuffi e si e' lanciata dal trampolino con un costume rosso che non e' passato inosservato.

Commenti
    Tags:
    theresa mayministro della difesahuawei5gcinaregno unitobrexit
    in evidenza
    Kinsey Wolansky rivelazione hot "Dopo l'invasione, 2 calciatori..."

    Sport

    Kinsey Wolansky rivelazione hot
    "Dopo l'invasione, 2 calciatori..."

    i più visti
    in vetrina
    Asteroide gigante punta la Terra. Osservando la traiettoria dell'ASTEROIDE...

    Asteroide gigante punta la Terra. Osservando la traiettoria dell'ASTEROIDE...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    CIR, Rally Sardegna- La Citroen C3 di Rossetti – Mori chiude sul podio

    CIR, Rally Sardegna- La Citroen C3 di Rossetti – Mori chiude sul podio


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.