A- A+
Affari Europei
Ue, ecco cosa cambia con l'euroscettico Kurz alla guida dell'Unione europea

L'AUSTRIA ALLA GUIDA DELL'UNIONE

Dal primo luglio Sebastian Kurz, premier austriaco, é anche presidente del Consiglio Ue, l'organo dell'Unione europea che riunisce tutti i capi di Stato e di governo dei Ventotto. Kurz, enfant prodige della politica austriaca, é un uomo di destra che governa in una coalizione insieme a Heinz-Christian Strache, leader del partito di estrema destra Fpö. Un movimento populista e fortemente euroscettico noto in Italia per voler costruire un muro al Brennero per fermare i (pochi) migranti che valicano il confine. Con un uomo come Kurz a capo del Consiglio che cosa dobbiamo aspettarci?

IL RUOLO DI PRESIDENTE DEL CONSIGLIO UE

Di concreto non molto a dire la verità. Il ruolo di presidente del Consiglio Ue, molto importante prima della riforma di Lisbona, é oggi estremamente indebolito. Esiste infatti un presidente permanente del Consiglio, carica oggi ricoperta dal polacco Donald Tusk, mentre la presidenza a rotazione ha oggi più che altro un valore simbolico. Il presidente di turno definisce (in parte) l'agenda dei lavori del Consiglio e quindi puó influenzare i temi di dibattito, ma poco altro.

PIU' VICINA L'INTERNAZIONALE POPULISTA

Però dal suo ruolo di presidente dell'Unione Kurz avrà la possibilità di mettere un altro tassello nella direzione di quella Internazionale populista teorizzata da Steve Bannon, lo stratega che ha portato alla vittoria negli usa Donald Trump. L'obiettivo imminente sono le elezioni in Baviera, ma guardando più in là il premio finale sono le elezioni europee dell'anno prossimo.

LE ELEZIONI IN BAVIERA

Il 14 ottobre si vota nella ricca e influente Baviera e Angela Merkel teme in una debacle della Csu, alleata di governo insieme alla Spd. La questione migratoria sta spostando l'elettorato verso le posizioni di Alternativa per la Germania e per questo motivo Horst Lorenz Seehofer, il potente ministro dell'Interno bavarese, ha minacciato le dimissioni (e magari una crisi di governo) nel caso in cui non si riesca a frenare il flusso dei migranti.

LE ELEZIONI EUROPEE DEL 2019

Se Afd vincesse in Bavaria e il governo Merkel dovesse cadere per il fronte populista si aprirebbero scenari inimmaginabili fino ad oggi. Un Germania al voto o comunque con una Merkel estremamente indebolita, creerebbe un asse tra Berlino, Roma e Vienna. Un asse che si troverebbe in sintonia su molti fronti anche con l'Ungheria di Orban o la Polonia di Mateusz Morawiecki. Insomma, l'Internazionale populista si presenterebbe alle elezioni Europee sulla cresta dell'onda e la famiglia più potente nel prossimo Parlamento europeo potrebbe non essere più quella dei popolari, ma degli euroscettici, soprattutto dopo l'addio di Londra.

Tags:
unione europeasebastian kurzpresidenza consiglio ue

in evidenza
Quando finisce il caldo anomalo Pronta l'irruzione di aria fredda

Cronache

Quando finisce il caldo anomalo
Pronta l'irruzione di aria fredda

i più visti
in vetrina
Berlusconi prende tutto il Monza. Lui e Galliani pensano a Brocchi. I dettagli

Berlusconi prende tutto il Monza. Lui e Galliani pensano a Brocchi. I dettagli

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Groupe PSA si aggiudica il « International Van Of The Year 2019 »

Groupe PSA si aggiudica il « International Van Of The Year 2019 »

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.