A- A+
Affari Europei
Vertice Ue, Italia pronta al veto sui migranti. Austria e Ungheria con Conte

Vertice Ue: Migranti, Italia pronta a veto 

Il principio di responsabilità condivisa sui salvataggi in mare e la suddivisione dei migranti è la 'linea rossa' che l'Italia intende tracciare in vista del Consiglio europeo di oggi e domani: senza un accordo su questo principio, il governo e' pronto a dire 'no' al documento conclusivo del Vertice. La posizione dell'esecutivo sul fronte immigrazione resta ferma: l'Italia chiede un meccanismo di responsabilità condivisa con i partner sia per l'arrivo delle navi che svolgono attività di ricerca e salvataggio nel Mediterraneo, che per la successiva distribuzione dei migranti, ribadendo la sua richiesta ai paesi europei sulla base del principio che 'chi sbarca in Italia sbarca in Europa'. Quanto alla gestione del movimenti di migranti all'interno delle frontiere Ue, tema cruciale per Angela Merkel alle prese con il braccio di ferro interno con il ministro bavarese Horst Seehofer, la risposta del governo italiano rimane la stessa: bisogna affrontare prima la gestione degli arrivi. Se ci sarà collaborazione su questo punto, ci sarà anche sui movimenti secondari. 

Grande caos sui migranti. Guerra intestina in Germania

"La posta in gioco è alta e il tempo breve", avverte il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk. Ma il Vertice rimane tutto in salita: il rafforzamento delle frontiere, la dimensione esterna e la limitazione massima dei flussi, nuovo paradigma della risposta europea al fenomeno migratorio, è l'unica certezza. Tutto il resto, dalle modalità di accoglienza alla gestione dell'asilo e della migrazione legale, è appeso ai sottilissimi compromessi tra i paesi, alle prese con la gestione delle proprie opinioni pubbliche e degli equilibri politici interni. Il vertice metterà la parola fine a ogni possibilità di rivedere il regolamento di Dublino, sulla cui riforma non solo non c'è consenso, ma nemmeno "maggioranza qualificata" per un compromesso che preveda di introdurre un meccanismo di ripartizione dei richiedenti asilo in caso di crisi e maggiore responsabilità per i paesi di primo ingresso.

Sul tavolo anche il nodo Russia

"L'intenzione dei leader è di continuare a lavorare al consenso", spiega una fonte Ue. Ma la stessa fonte aggiunge che secondo lo stesso Tusk, l'unica possibilità di costruire un consenso a 28 si basa sulla protezione delle frontiere esterne, mentre il dibattito sulla riforma di Dublino "continua a essere fonte di divisioni". Senza un accordo rischia di subire un colpo forse decisivo il sistema Schengen: tra gli scenari in discussione infatti, c'e' quello della "chiusura della frontiera tra Germania e Austria e tra Austria e Italia", spiega la stessa fonte. "Questo scenario viene sempre più discusso" ed "è la nostra motivazione chiave" per cercare una soluzione che "riduca drammaticamente" la pressione migratoria sull'Italia. Un altro motivo di frizione sarà legato alle sanzioni alla Russia, che il Consiglio è orientato a rinnovare: nella serata di domani durante la cena, la cancelliera tedesca, Angela Merkel, e il presidente francese, Emmanuel Macron, faranno un rapporto sul rispetto da parte della Russia degli accordi di Minsk sul cessate il fuoco in Ucraina dell'Est. Non è attesa una discussione politica tra i capi di Stato e di governo dell'Ue, ma il rapporto di Merkel e Marcon "dovrebbe essere la base delle future decisioni che saranno prese a livello di Coreper (l'organismo che riunisce gli ambasciatori dell'Ue, ndr) sul rinnovo delle sanzioni per il mancato rispetto degli accordi". L'Italia non chiederà lo stop alle sanzioni, ma invierà un segnale di apertura a Mosca, chiedendo che vengano ripristinati i finanziamenti alle piccole e medie imprese russe da parte della Bei, (la Banca europea per gli investimenti) e della Bers (la Banca per la ricostruzione e lo sviluppo).

Tags:
vertice uemigranti

in evidenza
Gf Vip 3 cast, colpo di scena Annunciati 2 nuovi concorrenti

Spettacoli

Gf Vip 3 cast, colpo di scena
Annunciati 2 nuovi concorrenti

i più visti
in vetrina
Berlusconi prende tutto il Monza. Lui e Galliani pensano a Brocchi. I dettagli

Berlusconi prende tutto il Monza. Lui e Galliani pensano a Brocchi. I dettagli

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ferrari Monza SP1 e SP2, il nuovo concetto di serie speciale

Ferrari Monza SP1 e SP2, il nuovo concetto di serie speciale

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.