A- A+
aiRadio
Fratelli d'Italia?

Siamo fuori. I Mondiali in Brasile per noi sono finiti ieri. Sono finite anche le speranze dei tifosi Azzurri di vedere l'Italia in finale al Maracanà, certo questo forse sarebbe stato troppo, ma sperare di vedere la nostra nazionale almeno agli ottavi era legittimo farlo. Invece, l'Italia, con una brutta partita esce tra le polemiche per qualche errore arbitrale tra le contestazioni dei tifosi e le feroci critiche della stampa. Prandelli annuncia le sue dimissioni insieme a quelle del presidente della FIGC Abete in conferenza stampa assumendosi le proprie responsabilità dichiarando il fallimento del suo progetto tecnico. Ha fatto leva su alcuni giocatori che hanno tradito le sue aspettative, non sarebbe giusto affossare il lavoro di questi anni del CT che aveva un compito non facile: rinnovare la nazionale. Sono emersi dalle dichiarazioni post-partita di Buffon e De Rossi spaccature all'interno dello spogliatoio che non hanno certo favorito il percorso di questa nazionale. Gli “anziani” da una parte, i “giovani” dall'altra, a tutti è sembrato che Balotelli fosse l'indiziato numero uno anche se quando una squadra perde la colpa è di tutti. Ora bisogna ripartire, a settembre ci sono già le qualificazioni per i prossimi Europei 2016 e si riparte dai probabili sostituti di Prandelli, si fanno i nomi di Allegri, Spalletti e Mancini. Speriamo che questa disfatta serva per ripartire e costruire un progetto a partire dalle fondamenta di lunghe speranze.

 

Così ieri in campo

Costarica-Inghilterra 0-0

Italia-Uruguay 0-1

Grecia-Costa d'Avorio 2-1

Giappone-Colombia 1-4

 

Le partite di oggi

18,00 Nigeria-Argentina

18,00 Bosnia-Iran

22,00 Honduras-Svizzera

22,00 Ecuador-Francia

 

Oggi abbiamo raggiunto al telefono (prima che la linea telefonica ci abbandonasse) Fabrizio Ravanelli al quale abbiamo chiesto:

 

Fabrizio, in questa disfatta dell'Italia, ritieni giusto dare le colpe solo a Balotelli che è stato particolarmente preso di mira da tifosi e media?

No, non credo che sia un solo giocatore il responsabile. Credo che la squadra abbia fallito nel collettivo, ovviamente dovevamo sapere che saremmo potuti andare incontro a determinate problematiche, in questi anni Balotelli non ha dimostrato crescita e maturità, un esempio è l'ammonizione di ieri che ha messo immediatamente in grande difficoltà la squadra. Ci sono tante responsabilità ai fini di questa eliminazione.

 

E' emersa dalle dichiarazioni post-partita di Buffon e De Rossi una spaccatura nello spogliatoio. Ci è sembrato di percepire una critica verso i giovani. Cosa ne pensi?

Io sto con Buffon, credo che le sue parole siano sacrosante, ma queste considerazioni non devono uscire dopo l'eliminazione, certamente ci deve essere un cambio generazionale. Però non possiamo mettere vicino allo zoccolo duro, giocatori svogliati e che non abbiano voglia di vincere. Ci vogliono i giocatori esperti e maturi, ma devono essere affiancati da nuove leve che abbiano la voglia di mettersi in gioco, di crescere e di vincere.

 

Tags:
italiauruguayfabrizio ravanelliaffarimondialibrasile

in vetrina
Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

i più visti
in evidenza
Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

Chiesa

Nuovo testo per il "Padre Nostro"
Cambia il passo sulla tentazione

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.