A- A+
Buonasanità
Salento invaso da amianto delle discariche abusive.Rischi mesotelioma pleurico

AMIANTO E MESOTELIOMA PLEURICO IN SALENTO

Da una recente intervista a Giuseppe Serravezza, medico oncologo salentino da anni impegnato in prima linea nella battaglia per la salute dell'ambiente (famose la sua opposizione alla Tap di Melendugno e la sua difesa degli ulivi), emerge un altissimo numero di malati di tumore nel Salento, molto probalbilmente correlati a ben 250 discariche abusive di amianto su 30 comuni leccesi.

Nei vari centri storici tanti gli opifici abbandonati costruiti in amianto o comunque in un  materiale all'epoca considerato conveniente perché economico e resistente al calore.

Le coperture in ETERNIT (che paradossalmente significa "eternità") costituivano la norma in ogni città.

Solo nel 1992 la legge italiana ha finalmente vietato l'uso di questo materiale brevettato nel 1901.

Si pensi che anche le pastiglie dei freni delle auto erano di amianto, come le tubature di acqua potabile, le vernici e le tute dei pompieri!

Già negli anni '60 le ricerche dimostrano che la polvere di amianto generata dall'usura dei tetti o dal materiale di fondo dei selciati se inalata scatena il terribile MESOTELIOMA PLEURICO.

Tuttavia le industrie perseverano nel produrre questo pericoloso materiale per tutti gli anni '80 e

le persone esposte allora all'amianto continuano tuttora a morire in quanto le insidiosissime fibre si depositano lentamente nei polmoni, creando danni irreversibili anche a distanza di 40 anni.

Da quando è cominciata la bonifica dell'amianto tanti hanno pensato di abbandonare questo materiale nelle campagne, considerato l'elevato costo dello smaltimento ufficiale.

Basti pensare che per smaltire una lastra di amianto di poco più di un metro occorrono ben 350 euro che ovviamente non tutti possono permettersi!

Le intemperie, il vento e gli agenti atmosferici corrodono l'amianto nelle campagne, esponendo al mesotelioma pleurico, un tumore raro che colpisce più frequentemente la pleura, cioè la membrana che riveste i polmoni e la parete interna del torace.

Questa grave patologia è nota da oltre un ventennio proprio a causa delle innumerevoli vittime dell'eternit.

Il mesotelioma pleurico può essere prevenuto solo evitando l'esposizione all'amianto e può essere curato con la chirurgia soltanto se scoperto negli stadi iniziali, associando chemio e radioterapia.

Il tasso dì mortalità è tuttavia altissimo e pochi pazienti che ne sono affetti sopravvivono.

Per quanto riguarda il Salento, sempre secondo l'oncologo, lo smaltimento dell'amianto in campagna è stato favorito da una legge "balorda" che costringe a pagare cifre troppo elevate.

Dunque, come spesso accade, finora il problema non è stato adeguatamente affrontato dalla politica e dalle istituzioni.

Solo ultimamente la Regione Puglia sta finanziando i Comuni salentini per bonificare le discariche abusive di amianto, perché una semplice e apparentemente salubre passeggiata in campagna non si trasformi nella peggiore delle patologie!

Senza sottovalutare che di eternit ci si può ammalare anche all'interno delle case, delle scuole o di quegli ambienti lavorativi per anni costruiti incoscientemente in cemento amianto!

La Puglia e il suo amatissimo Salento, paradisi naturali di incommensurabile bellezza....ancora una volta violentati dalla mano distruttrice dell'uomo!

Tags:
salentoamiantodiscariche

in evidenza
Oldani, lo chef sbarca su Rai 1 Ecco 'Alle Origini della Bontà'

Spettacoli

Oldani, lo chef sbarca su Rai 1
Ecco 'Alle Origini della Bontà'

i più visti
in vetrina
Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.