A- A+
Coaching
Mauro Giacobbe (Facile.it): "Il mio percorso per diventare a.d."

 

Dottor Giacobbe, dal 2014 è a.d. di Facile.it, importante web company in ambito assicurativo. Ci racconta un po’ com’è iniziata la sua carriera, nella quale ha ottenuto importanti risultati?

 

Lavorare in Facile.it è una cosa di cui vado orgoglioso. Il mio percorso professionale – durato 12 anni prima di arrivare a ricoprire la qualifica di a.d. di Facile.it - è iniziato in un settore diverso, in un’agenzia pubblicitaria internazionale. Sono poi passato al settore bancario retail e, dopo quattro anni, sono entrato nella società di consulenza The Boston Consulting Group. Ma già da tempo desideravo lavorare nel mondo del web e così, nel 2009, sono entrato in Facile.it, leader nel settore assicurativo.

 

Quali sono le tre caratteristiche personali e caratteriali che le hanno permesso di approdare alla guida di questo importante gruppo?

 

Per il primo incontro c’è stata una componente di “fortuna”, nel mio caso trovarsi nel posto giusto quando è arrivata l’occasione. Detto questo, la fortuna da sola non basta e per andare avanti le cose più importanti sono la disciplina, un profondo interesse per ciò che si fa, la voglia (e la possibilità!) di assumersi dei rischi.

  

In ambito aziendale si parla molto di leadership, quali sono le modalità che lei predilige per relazionarsi con i suoi manager?

 

Facile.it è cresciuta molto nel corso di questi anni, passando dai 30 collaboratori in forze all’azienda quando arrivai a fine 2009, agli oltre 200 di oggi; con l’azienda è aumentato anche il livello medio di seniority delle persone che ci lavorano perché, chiaramente, quando una realtà cresce ed è più grande si è più appetibili per profili professionali di maggiore qualità. In questo arco temporale, quindi, ho avuto modo di confrontarmi con fasi dell’azienda e persone diverse che, evidentemente, hanno richiesto approcci differenti. In generale, però, cerco di trattare tutti i collaboratori come imprenditori o aspiranti tali, chiedo loro di ragionare come se stessero utilizzando risorse proprie e non dell’azienda, organizzo frequenti incontri (settimanali) di update su performance operative dove discutiamo non solo di aspetti operativi, ma anche di progetti più a medio termine. Credo molto, e cerco di trasmetterlo, che execution ed eccellenza operativa siano la vera leva per fare crescere l’azienda e quindi provo ad aiutare le persone ad essere concentrate su questi aspetti.

 

Saper far crescere i propri collaboratori è un elemento fondamentale per il successo di un’azienda. Secondo lei quali sono gli asset più importanti per raggiungere questo obiettivo?

 

Dare ai collaboratori la possibilità di esporsi e di mettersi alla prova; chiedere loro - e offrire loro la possibilità - di fare “l’extra miglio”; essere puntuale nel confrontarmi con loro discutendo di cosa va bene e soprattutto di eventuali criticità, sia lato impostazione delle attività e governo dell’eccellenza operativa, sia rispetto alla gestione delle altre persone.

 

Nel suo percorso professionale ha affrontato dei momenti di difficoltà? In tal caso qual è stato il suo approccio per superarli e affrontare nuove sfide?

 

Ho avuto momenti di difficoltà come chiunque, per affrontarli la mia strategia è stata quella di fare un respiro profondo, non arrendermi, lavorare di più.

 

Facile.it dopo il successo del primo punto fisico aperto a Varese sta virando verso una strategia di franchising “off line”.  Ci racconta un po’ questa trasformazione in atto?

 

Io credo che la separazione tra online e offline non sia così netta. Ci sono molte persone che cercano informazioni ed iniziano il processo decisionale sul web, ma poi vorrebbero comprare offline e, di contro, persone che apprezzerebbero il servizio di comparazione integralmente offline. Iniziare ad avere una presenza fisica con i negozi, sia diretti che in franchising, è un modo per essere più vicini a questi consumatori.

 

Facile.it in questi ultimi anni ha avuto un sostanziale aumento del fatturato, dai 13 milioni di euro del 2011 ai 45,6 milioni del 2015 (+34 %). Si prevede un consolidamento di questi numeri. Quali sono le nuove sfide all’orizzonte che l’azienda intende intraprendere?

  

Ormai l’azienda è vicina a 70 milioni di € di ricavi, con una profittabilità in forte aumento. Se guardiamo al numero di consumatori italiani che ogni anno comprano una polizza auto, un mutuo, un prestito, un contratto ADSL o un’altra utenza senza usare Facile.it - né altri servizi concorrenti - è evidente come lo spazio di crescita davanti a noi sia ancora enorme anche solo limitandosi ai prodotti che già copriamo. Ci sono le premesse (dimensione potenziale di mercato, migrazione online, sviluppo presenza offline) per crescere ancora per molti anni a doppia cifra ogni anno.

 

 

 

 

Commenti
    Tags:
    mario giacobbe

    in vetrina
    Milan, Alessio Romagnoli: lesione al polpaccio. Out almeno 4 settimane

    Milan, Alessio Romagnoli: lesione al polpaccio. Out almeno 4 settimane

    i più visti
    in evidenza
    Il fatto della settimana Toninelli visto dall'artista

    Culture

    Il fatto della settimana
    Toninelli visto dall'artista

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Lamborghini SC18 Alston: la prima One-Off targata Squadra Corse

    Lamborghini SC18 Alston: la prima One-Off targata Squadra Corse

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.