A- A+
Criminalmente
Terra dei fuochi : l' allarme dell' Istituto Superiore della Sanità

" Si osservano eccessi di bambini ricoverati nel primo anno di vita per tutti i tumori e eccessi di tumori del sistema nervoso centrale, questi ultimi anche nella fascia 0-14 anni'' a rivelarlo è  l'Istituto Superiore di Sanita' nell'aggiornamento del rapporto sulla situazione epidemiologica nei 55 Comuni definiti dalla Legge 6/2014 come 'Terra dei Fuochi', in relazione allo smaltimento illegale dei rifiuti. Sono ben 32 i comuni in Provincia di Napoli e 23 i comuni in provincia di Caserta elencati nel rapporto dell' ISS . 

Nel rapporto si legge  ''La mortalità generale è in eccesso rispetto alla media regionale, in entrambi i gruppi di Comuni, sia tra gli uomini che tra le donne''. Inoltre, ''i tumori dell'apparato urinario risultano in eccesso nei Comuni della Provincia di Napoli in entrambi i generi, con un maggiore contributo ascrivibile al tumore della vescica; la mortalità e le ospedalizzazioni per quest'ultima patologia risultano in eccesso anche tra gli uomini dei Comuni della Provincia di Caserta'' . 

I medici per l’ambiente dell’Isde Campania in una nota trasmessa ai ministri dell’Ambiente e della Salute e al governatore De Luca chiedono le dimissioni del responsabile del Registro Tumori Asl Napoli 3 , Mario Fusco.

Ma per comprendere la richiesta dell' Isde dobbiamo fare un passo indietro.Il dottor Mario Fusco dichiara che il gruppo di lavoro dell' Istituto Superiore di Sanità non dice il vero.

Per il Dott. Fusco non è riscontrata nessuna correlazione diretta tra gas emessi dai rifiuti e l' incidenza di mortalità infantile . Infatti , sempre secondo il Resposabile del Registro dei Tumori Asl di Napoli 3, il fenomeno dell' aumento dell' immortalità non riguarda solo la terra dei fuochi. 

In una nota pubblicata sul portale dell' Epidemiologia per la sanità pubblica  

a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute, il dott  Fusco dichiara "A livello di Asl, i dati indicano che l’andamento generale dei tumori nell’Asl Napoli 4 fa registrare un lieve aumento, analogo al trend del resto d’Italia: non c’è quindi alcuna situazione anomala. In generale, per quasi tutti i tipi di tumori l’Asl Napoli 4 presenta un quadro in linea con i dati relativi all’Italia meridionale e migliore rispetto ai dati del pool dei registri italiani, con solo due eccezioni, entrambe rilevanti: tumori epatici primitivi e tumori al polmone"

Per Fusco il problema è' la comunicazione, infatti sempre nella nota a sua firma 

"Se l’emergenza rifiuti non ha un impatto significativo sulla salute, o almeno non evidenziabile al momento, ha però provocato gravi danni, e non solo ambientali. Il danno principale è la sfiducia della popolazione nei confronti delle autorità sanitarie. Il problema è che la comunità scientifica si è trovata del tutto impreparata a gestire la comunicazione con il pubblico, e il fatto che non ci si sia posti per tempo il problema ha comportato una grave incapacità a comunicare nel modo giusto. Con conseguenze drammatiche: la popolazione ha perso fiducia verso le istituzioni e, quel che è peggio, in questa sfiducia ha accomunato le istituzioni medico scientifiche a quelle politiche.

 E continua 

"Paradossalmente, quindi, anche se la comunità medica è per definizione al servizio della salute della popolazione, ora è percepita come se stesse dall’altra parte, cioè “contro”. E non ha certo aiutato l’atteggiamento dei media: in particolare la televisione, che molto spesso si pone verso il pubblico non con l’obiettivo di fare informazione, ma solo per fare audience. Un modo per la comunità scientifica per recuperare credibilità da parte della popolazione, suggerito anche da Donato Greco, è l’attivazione di un centro di comunicazione per il pubblico. È sicuramente la strada giusta, ma questo non toglie che gli operatori sanitari debbano attivarsi anche singolarmente per cercare di porre rimedio a questa situazione."

Gaetano Rivezzi e Giuseppe Comella , presidenti delle sezione dei Medici per l' Ambiente delle Province di Caserta e Napoli  (International Society Doctors for Environment-Isde Campania ,hanno dichiarato" alla luce della scandalosa risposta e all’accusa di omissione scientifica che il responsabile del registro tumori Asl Napoli 3 Sud fornisce alla pubblicazione del report del gruppo scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità...  chiedono al Governatore della Regione Campania e al commissario regionale dell’Assessorato alla Sanità di rimuovere il dott. Mario Fusco dall’incarico assegnatogli dall’ex governatore Caldoro. Le motivazioni di tale richiesta», a giudizio di Rivezzi e Comella, «trovano fondamento sulla mancata e fallace azione di epidemiologia e prevenzione regionale - che dura ormai da 10 anni - che avrebbe dovuto fornire il supporto scientifico per una sacrosanta prevenzione di salute materno-infantile mai attuata in questi Comuni nonostante lo stanziamento di 25 milioni di euro a seguito della Legge 6 Febbraio 2013 (detta per la Terra dei Fuochi, ndr). L’ ostinata negazione di qualsiasi correlazione con il grave impatto di inquinamento può avere conseguenze gravi e di rilevanza penale»

Commenti

    Tags:
    terrafuochi-allarme-sanità

    in vetrina
    Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

    Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

    i più visti
    in evidenza
    Si ferma anche Calhanoglu Allarme infortuni, Gattuso in crisi

    Milan News

    Si ferma anche Calhanoglu
    Allarme infortuni, Gattuso in crisi

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel punta a un ruolo guida nel progresso della mobilità elettrica

    Opel punta a un ruolo guida nel progresso della mobilità elettrica

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.