A- A+
Diciamocelo: prospettive Pop
Def, i nodi verrano al pettine. La soluzione? Il downshifting

In questi giorni sono tornate di attualità le varie questioni legate alla DEF (Documento di Economia e Finanze). Domanda fondamentale è: quali saranno le fonti economiche con cui il nuovo governo attuerà le promesse fatte agli italiani? Il M5S aveva promesso 40 miliardi dagli sgravi mentre Salvini l’azzeramento di sette accise. Allo stato attuale gli sconti fiscali in atto, in previsione per l’anno 2019 costano (in milioni di Euro):

•    Bonus 80 Euro “Renzi” € 8.964,00
•    Detrazione 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio € 5.883,50
•    Detrazione 55% e 65% riqualificazione energetica € 1.619,60
•    Esenzione IMU sulla prima casa € 3.674,00
•    Detrazione rendita catastale prima casa € 3.630,00
•    Detrazione TASI sulla prima casa € 3.580,00
•    Detrazione per spese mediche e sanitarie € 3.117,30
•    Proroga ed ampliamento del Super/Iper ammortamento € 1.923,00
•    Cedolare secca sui canoni di locazione € 1.611,10
•    Riduzione delle accise sul gasolio per l’autotrasporto € 1.264,40
•    Detrazioni sugli interessi sui mutui prima casa € 1.030,50
•    Accise ridotte per il gasolio in agricoltura € 864,80
•    Credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo € 727,10
•    Crediti d’imposta per gli armatori € 240,00

(Fonte Ministero dell’Economia)

Facciamo attenzione perchè sempre più veniamo inondati di numeri e dati. Questo aspetto purtroppo genera nella popolazione un effetto dopante e di scostamento dal reale peso del numero che si propone. E’  normale dire che siamo un paese di vecchi mentre su una popolazione  di 60.589.445 residenti in Italia (nel 2017 di cui over 65 anni sono solo 13.528.550 e l’età media è 44 anni) la dice lunga sulla percezione che abbiamo di essere un Paese in declino.

Qui vorrei suggerire a chi ci governa che è il momento di essere più onesti con i cittadini, dire le cose come stanno dando una corretta valutazione e percezione non strumentale di ciò che ci circonda che non deve fare da spalla allo show politico/mediatico.In pratica è fondamentale capire che il “benessere” in cui noi siamo convinti di vivere NON ESISTE. E’ stato creato per renderci ancor più schiavi di ciò che possediamo. E’ funzionale a farci correre di più e lavorare di più,  non per guadagnare di più né per avere un risparmio bensì per spendere di più.Sarebbe opportuno che oggi, assieme alla parola “dignità”, si inserisse nella manovra economica anche il termine DOWNSHIFTING che tradotto in italiano significa semplicità volontaria.

All'interno del mondo lavorativo e del più vasto concetto di lifestyle (stile di vita) o simple living (vivere in semplicità), il Downshifting  è la scelta da parte di diverse figure di lavoratori di giungere ad una libera volontaria e consapevole autoriduzione del salario. L’operazione  bilanciata da un minore impegno in termini di ore dedicate alle attività lavorative permette di avere a disposizione maggiore tempo libero ridando così effettivamente dignità all’essere umano aumentando di conseguenza l’occupazione.

Questa innovazione, all'interno delle filiere produttive industriali ed economiche, ha dato vita ad un vero e proprio movimento di pensiero,  è considerata dai sociologi una delle più eclatanti e vistose conseguenze fra i molti mutamenti sociali e di costume intervenuti negli ultimi anni nell'ambito del mondo del lavoro.

Ovviamente tutti dovremmo accontentarci di possedere un po’ meno a beneficio di riappropriarsi del proprio tempo  da dedicare alla famiglia, e perchè no a noi stessi. Sembrerà un discorso utopistico ma vi garantisco che non lo è, tanto che un grande imprenditore italiano, un’eccellenza nel nostro paese lo ha già adottato: sto parlando di Brunello Cucinelli. Ora fatevi una “googolata” aprendo mente ed orizzonti su come possa anche esserci un’etica in tutto ciò.

Concludo riproponendo 7 mosse che forse oggi potrebbero “ancora” aiutare l’Italia:

1.    PER RIFORMARE, MENO POLITICI  e PIU’ POLITICA;
2.    RIDURRE LA SPESA CORRENTE COME SI FA IN FAMIGLIA;
3.    PER MIGLIORARE LE ENTRATE CHIEDERE PER STIMOLARE
4.    L’ESERCITO DELLA DIPLOMAZIA: SMETTIAMO DI GIOCARE ALLA GUERRA
5.    L’ITALIA NEL MONDO,  INVESTENDO NELLE NOSTRE VOCAZIONI ED ECCELLENZE
6.    GIUSTIZIA, INTEGRAZIONE, AMBIENTE ED ENERGIA DESCLINATE  SULLA QUALITA’ DELLA VITA
7.    SEMPLIFICAZIONI, OVVERO MENO LEGGI E PIU’ DISCIPLINA, MENO CHIESA PIU’ GESU’

Commenti
    Tags:
    fiscodeftasseluigi di maio

    in evidenza
    Tre stelle a Mauro Uliassi E' il decimo chef in Italia

    Siamo il secondo paese al mondo

    Tre stelle a Mauro Uliassi
    E' il decimo chef in Italia

    i più visti
    in vetrina
    Michelle Obama posa in look afro. Da Barack dedica d'amore per il suo libro

    Michelle Obama posa in look afro. Da Barack dedica d'amore per il suo libro

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova BMW X5, sempre due passi avanti

    Nuova BMW X5, sempre due passi avanti

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.