A- A+
Imprese e Professioni
Smart Cities. La ricerca di Roland Berger conferma quanto vale Milano

LA DIGITAL WEEK

In occasione della Digital Week di Milano la società Roland Berger ha presentato alla città i risultati della propria ricerca sulle Smart Cities realizzata da Doxa.

Secondo Andrea Marinoni, Senior Partner di Roland Berger, il mondo sta attraversando profondi cambiamenti dovuti ad un rapido sviluppo nelle tecnologie, nelle società e nelle persone. Le città svolgono un ruolo fondamentale. Se, da un lato, le Smart Cities continuano ad elaborare sistemi sempre più avanzati di digitalizzazione, dall’altro hanno il dovere di creare valore aggiunto soprattutto per cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione attraverso una pianificazione sistematica delle nuove infrastrutture.

Tenendo conto di esigenze, richieste e abitudini della società, i campi d’azione delle Smart Cities sono molto chiari: Smart Energy and Environment, Smart Mobility, Smart Buildings, Smart Health, Smart Education e Smart Government.

LE SMART CITIES

Chi però è capace di fare un’agenda vera? Nel mondo sono 500 le città con più di un milione di abitanti, ma solo 50 hanno un’agenda credibile. Né c’è una relazione positiva fra ricchezza delle città e presenza di un’agenda avanzata. Ci sono città piccole, dotate di buona volontà, che vincono in efficienza. E non si parla solo di Artificial Intelligence, ma anche di Human Intelligence e criteri sistematici.

Su 153 città nel mondo che stanno seriamente pensando a trasformarsi in Smart City, solo 15 hanno caratteristiche abbastanza elevate, e solo 3 di esse si possono ritenere veramente ottimali. Sul podio sono Vienna e Londra, ma anche una piccola città canadese, St. Albert. Uno degli elementi determinanti è la capacità di trascinare la comunità locale nel progetto. Nasce la “Urban Intelligence”, la condivisione di un pensiero. In questo sono particolarmente efficaci i Paesi asiatici, India e Cina su tutti.

IL COMUNE DI MILANO

In tutto questo, come si sta comportando l’Italia? Non siamo ancora a buon punto, non facciamo ancora parte delle prime della classe, ma c’è una città che si distingue. E’ Milano. Il brand “Milano” è percepito positivamente ovunque, anche all’estero, e l’amministrazione pubblica è uno degli elementi del successo, con la sua proattività.

renato gallianoRenato Galliano

Di grande chiarezza, durante la presentazione dei risultati della ricerca di Roland Berger, l’intervento di Renato Galliano, responsabile dell’Urban Economy and Employment per il Comune di Milano, sul tema della città come “regolatore”: però non solo l’amministrazione pubblica, ma anche il consumatore è uno degli attori economici fondamentali della città. “Non possono esserci città a due velocità, una che corre e una che arranca, ci vuole una città equilibrata. Tutta la comunità deve essere un ambito urbano attrattivo, non solo in termini di soldi, ma in termini di qualità delle persone e qualità della vita.

Il vero ruolo dell’amministrazione pubblica è quello di proporre servizi che non costituiscano un monopolio o azioni di dumping sul mercato libero, ma che si inseriscano nell’ottica di sviluppare aree di sperimentazione, di integrazione orizzontale, di sostenibilità istituzionale.”

A Milano ormai l’aspetto tecnologico è abbastanza avanzato. Si studiano anzi nuovi modi per produrre i dati, ad esempio attraverso sensori sulla pavimentazione stradale: ma soprattutto sono stati avviati programmi di collaborazione diretta con i cittadini. “Importante la valorizzazione di aree dismesse, come quelle in zona Lambrate o in zona Rubattino, o la rigenerazione energetica tramite processi di codesign con i condomìni” aggiunge Renato Galliano.

Infine la creazione e la diffusione di app specifiche per gli smartphone, in grado di distribuire l’urbanistica tattica con interventi leggeri, come quello già ben avviato del bike sharing, su di un unico device integrato. Ogni azienda potrà studiare nuovi servizi e caricare i propri dati su di una piattaforma gestita del Comune, mettendoli così a disposizione di tutti.

Commenti
    Tags:
    smart citiesroland bergermilanorenato gallianodoxaandrea marinoni
    in evidenza
    Heidi Klum, Taylor Mega e poi... Tutti i topless da urlo (e non solo)

    Belen, Diletta Leotta e... GALLERY

    Heidi Klum, Taylor Mega e poi...
    Tutti i topless da urlo (e non solo)

    i più visti
    in vetrina
    LADY GAGA E BRADLEY COOPER: LA VENDETTA DI IRINA SHAYK! LADY GAGA NEWS

    LADY GAGA E BRADLEY COOPER: LA VENDETTA DI IRINA SHAYK! LADY GAGA NEWS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Astra debutta in anteprima mondiale a Francoforte 2019

    Nuova Astra debutta in anteprima mondiale a Francoforte 2019


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.