A- A+
La Colonna infame
Corecom Puglia lancia i Programmi dell’accesso. Il 15 giugno la 1^ puntata

Finalmente - anche in Puglia - partono i Programmi dell’accesso, un vecchio progetto Rai mai decollato nella nostra regione per la scarsa risposta da parte del territorio. Oggi sono una realtà grazie all’impegno del Corecom, l’organismo di controllo del Consiglio regionale della Puglia, che li promuove e sostiene. Si tratta della ‘possibilità per il terzo settore di avere uno spazio dedicato di 3 minuti nelle trasmissioni Rai a diffusione regionale’, spiega ad Affari la presidente di Corecom Puglia, Lorena Saracino, la quale aggiunge di aver rispolverato i Programmi dell’accesso ‘perché siamo tra le pochissime regioni italiane a non averli ancora sviluppati benchè siano attivi nel nostro Paese da circa dieci anni’.   

lorena saracino1Lorena Saracino
 

Sin dal suo insediamento avvenuto a dicembre 2017, la presidente Saracino, già giornalista Rai, Barisera e Corriere del Mezzogiorno, ha intessuto relazioni con il territorio per organizzare una rete fatta di Comuni, enti locali, organizzazioni sindacali, associazioni no profit, che ‘sono i veri protagonisti del progetto al fine di recuperare un lavoro virtuoso che costoro realizzano spesso sconosciuto ai più’. Ed ha utilizzato uno strumento già presente nell’ordinamento legislativo italiano, il Regolamento per l’accesso radiofonico e televisivo alle trasmissioni regionali della concessionaria del servizio radiotelevisivo pubblico approvato con delibera Corecom 83/2018.

 

A fronte di un tessuto associativo che in Puglia conta una forte presenzaci è sembrato doveroso offrire la possibilità di raccontarsi e promuoversi e di instaurare un rapporto con il pubblico della tv che passi anche attraverso i media considerato che viviamo nella società dell’informazione e dell’immagine. Il sondaggista Nando Paglioncelli durante il recente festival del giornalismo di Perugia ha evidenziato che la televisione, nell’era dei social, rimane il mezzo principale attraverso il quale i cittadini si informano’.

Le trasmissioni saranno trasmesse il sabato mattina a partire dalle 7.30 a ridosso del primo tg del mattino che ‘risulta il telegiornale più seguito della giornata’. La durata è di mezz’ora e all’intervistato è riservato uno spazio di 3 minuti autogestito durante il quale raccontare un tema in base alla propria mission. Si parte il 15 giugno e per altre sei puntate a seguire. I temi: turismo, sanità e assistenza, sindacati, disabilità e volontariato, dalla parte delle donne, ambiente, animali e alimentazione.

LOGO CONSIGLIO REGIONALE DELLA PUGLIA ORIZZONTALE 02
 

Le candidature pervenute in circa 6 mesi dalla pubblicazione del primo bando che si rinnova ogni tre mesi superano il numero di 100. ‘L’edizione pugliese dei Programmi dell’accesso registra una novità che ci è stata imitata dagli altri Corecom: il coinvolgimento dei partecipanti al master di Giornalismo della Puglia, i quali seguono le trasmissioni condotte dai loro tutor e producono le immagini destinate ad alimentare l’archivio del Corecom’.

Insomma, i Programmi dell’accesso sono ‘una opportunità da non perdere e confidiamo nel passaparola affinché il territorio risponda sempre più numeroso’, conclude  Lorena Saracino.

(segreteria@mariellacolonna.com)

Commenti
    Tags:
    corecom pugliaprogrammi dell’accessolorena saracino
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.