A- A+
La Colonna infame
LIPOFILLING, dalla chirurgia ricostruttiva a quella rigenerativa

Quando si parla di chirurgia plastica si pensa subito agli interventi di chirurgia estetica come il lifting o l'aumento di volume del seno. ‘In realtà - la Chirurgia Plastica - nasce con finalità ricostruttive, sebbene abbia assunto una notorietà maggiore per il lato estetico’. Lo precisa ad Affaritaliani Andrea Armenio, chirurgo estetico dell’Unità di Chirurgia Plastica Ricostruttiva  dell’Istituto Tumori ‘Giovanni Paolo II’ di Bari guidata dal Dr. Maurizio Ressa, il quale aggiunge che ‘le due anime della chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica, non sono in contrapposizione, ma si integrano per garantire ricostruzioni funzionali che abbiano anche una validità estetica’.

andrea armenio
Andrea Armenio

Quali?

Un esempio di questa sinergia la notiamo in campo oncologico ed in particolare nella terapia dei tumori mammari. La ricostruzione post-oncologica dopo mastectomie o quadrantectomie - tradizionalmente effettuata dai chirurghi plastici con espansori tessutali o protesi mammarie in silicone - oggi viene realizzata con il lipofilling.

Cos’è il lipofilling?

È una metodica che utilizza il tessuto adiposo per rimodellare aree del corpo danneggiate da tumori, traumi o malformazioni congenite. La stessa, applicata alla ricostruzione mammaria, consente di evitare l'utilizzo di protesi o espansori e di riempire il seno esclusivamente con il grasso della paziente.

Quale la tecnica?

Il tessuto adiposo viene prelevato mediante cannule sottili e mini incisioni da aree ‘donatrici’ come l'addome, i fianchi, l'interno coscia o le ginocchia. Successivamente viene purificato e concentrato e reintrodotto nelle aree da ricostruire.

Quali i vantaggi?

Innumerevoli. La degenza in ospedale prevede una sola notte di ricovero con grande risparmio per il SSN, che - in momenti di spending review - non è un elemento trascurabile. Non si utilizzano drenaggi, le medicazioni sono minime e la ripresa della vita normale può avvenire nel giro di un paio di giorni. La tecnica non ha controindicazioni e non ci sono possibilità di rigetto. Il risultato è naturale e stabile nel tempo. Inoltre, non richiede ulteriori interventi a distanza di anni come nel caso delle protesi in silicone. Qualora fosse necessario, è possibile ripetere il lipofilling per aumentare ulteriormente il volume del seno o per correggere l'aspetto delle cicatrici. È il caso dei tessuti danneggiati dalla radioterapia dopo l'asportazione del tumore mammario, i quali migliorano con il lipofilling perché l’apporto di cellule staminali ‘riossigenano’ i tessuti danneggiati dalla radioterapia, ripristinano il volume asportato e rendono il seno morbido e assolutamente simile alla mammella non operata.

Nella nostra Unità operativa il lipofilling viene anche utilizzato in maniera ‘ibrida’ e cioè in associazione con le tecniche tradizionali, quali: l'utilizzo dell'espansore e delle protesi o per modellare le ricostruzioni effettuate con i lembi microchirurgici. Questa tecnica ricostruttiva è frutto di un’esperienza raggiunta con studi sul tessuto adiposo e con migliaia di casi clinici trattati con successo.

In quali altri casi è impiegato il lipofilling?

In tutti i casi di chirurgia estetica nei quali è necessario ripristinare i volumi persi per forti dimagrimenti, traumi o per alterazioni congenite in tutti i distretti corporei. Accade che sempre più pazienti ci chiedono l'aumento di volume del seno o dei glutei con il solo tessuto adiposo. La tecnica prevede un inserimento tridimensionale del tessuto adiposo esattamente dove ce n'è più bisogno, modellando i tessuti in maniera naturale. Uno dei vantaggi più evidenti di questa tecnica è che il seno ed il gluteo mantengono le loro caratteristiche naturali e si ripristina il tessuto solo ed esclusivamente dove è necessario, ottenendo un duplice beneficio: asportiamo il grasso in eccesso in alcune aree del corpo come i trocanteri o l'addome e lo utilizziamo per ridare volume al seno o ai glutei. Tutto in un unico intervento!

(segreteria@mariellacolonna.com)

Foto 1-4) Lipofilling utilizzato in estetica per rendere meno visibili le protesi in pazienti con poco tessuto sottocutaneo a livello toracico

chirurgia 1
 

chirurgia 2
 

Lipofilling utilizzato nella chirurgia ricostruttiva per modellare una mammella sottoposta a quadrantectomia dei quadranti inferiori.

chirurgia 3

chirurgia 4
 

 

chirurgia 5
 

chirurgia 6
 

chirurgia 7
 

 

chirurgia 8
 

 

Commenti
    Tags:
    lipofillingchirurgia
    Loading...
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.