Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Obesità e diabete? Tutta colpa di una proteina

Lo studio, unico al mondo, all'università di Bari. Prof.GIORGINO: la p66Shc spiegherebbe il rapporto tra le due malattie

Di Mariella Colonna
Obesità e diabete? Tutta colpa di una proteina

La Sezione di medicina interna, endocrinologia, andrologia e malattie metaboliche,  Dipartimento dell’emergenza e dei trapianti di organi dell’università di Bari guidata da Francesco Giorgino, professore ordinario di endocrinologia, ha messo a punto uno studio unico nel panorama medico/scientifico internazionale.

La nostra attività di ricerca di tipo biomedico orientata verso la comprensione del rapporto tra obesità e diabete di tipo2 (o mellito) – spiega il prof. Giorgino -  ci ha portato ad una scoperta. Si tratta di una proteina, la p66Shc, presente in molte cellule del nostro corpo avente un ruolo ostile quando aumenta di numero a causa dei grassi saturi presenti nell’organismo. Questa proteina è paragonabile ad un sensore che segnala la quantità di grassi saturi circolanti introdotti sia con la dieta sia derivante dal grasso corporeo, e – in presenza di un eccesso di grassi saturi – provoca la disfunzione e conseguente morte delle cellule’.

GiorginoFProf. Francesco Giorgino
 

Lo studio ha provato che - nelle cellule beta-pancreatiche (producono l’insulina) in soggetti normopeso - il tasso della p66Shc è basso, mentre aumenta nelle persone in sovrappeso od obese. Perciò, ‘riteniamo che la presenza di questa proteina potrebbe ben spiegare il rapporto tra l’eccesso di grasso alimentare o corporeo, il mal funzionamento delle cellule beta-pancreatiche, lo sviluppo del diabete e i suoi rapporti stretti con l’obesità’, aggiunge Giorgino.

Il diabete è una malattia epidemica (7/8percento della popolazione italiana con un rapporto di 1 a 10 in soggetti che hanno superato i 50anni) con una grande incidenza nelle regioni meridionali d’Italia più che al nord o al centro. ‘Nelle regioni meridionali, la diffusione del diabete mellito e del sovrappeso è elevato, sebbene viviamo nella culla della dieta mediterranea, perché l’abitudine all’esercizio  fisico è meno diffusa rispetto al nord, e se a questo si aggiunge anche una possibile componente genetica si spiega l’ampia diffusione di queste malattie metaboliche’. Invertendo i meccanismi metabolici che portano a diabete e obesità è possibile intervenire su queste malattie e correggerle. Infatti, il gruppo di ricerca ha focalizzato la propria attenzione sul ruolo della lipotossicità. Ed in particolare l’effetto di alcuni grassi sul funzionamento e sulla sopravvivenza delle cellule che producono l’insulina,  ritenute cruciali per il controllo della glicemia. ‘Quando queste cellule si riducono, si riduce il tasso di insulina nel sangue ed aumenta la quantità di glucosio circolante, la glicemia, ed ecco presentarsi la malattia diabetica’.

I grassi in eccesso degli obesi danneggiano queste cellule?

L’acido palmitico (ne è ricco l’olio di palma, il burro ed alcuni tipi di carni) è un acido grasso che danneggia le cellule che producono l’insulina rendendole meno reattive mediante il meccanismo dell’apoptosi (morte cellulare). A differenza dell’acido oleico (contenuto nell’olio extra vergine d’oliva) del quale abbiamo registrato effetti  opposti: la capacità di favorire la produzione di insulina e di rendere queste cellule più recettive ad alcuni fattori ormonali.

Come invertire l'interazione?

I nostri studi – dopo aver testato alcuni ormoni (incretine) e farmaci con azione simile  - hanno dimostrato che il nostro intestino produce un ormone, il GLP1 (Glucagon-like peptide 1), che svolge un’azione riparatrice sulle cellule beta-pancreatiche soprattutto quando sono danneggiate dalla lipotossicità. Ciò vuol dire che è possibile prevenire il danno delle cellule che producono l’insulina riducendo gli effetti dannosi dei grassi saturi.

(segreteria@mariellacolonna.com)



 

Commenti


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.