A- A+
Lampi del pensiero
Governo: Gualtieri benedetto da Lagarde. A Bruxelles comanda il giallofucsia

Il governo giallofucsia si è formato. E conferma le nostre più macabre previsioni. Sarà il governo dell'élite globalista per l'élite globalista. Basta vedere la squadra di governo che si è ieri ufficializzata. La posizione più emblematica, tra tutte, è quella di Roberto Gualtieri, il nuovo ministro dell'economia. "La nomina di Roberto Gualtieri a ministro dell'Economia sarebbe un bene per l'Europa e per l'Italia". La benedizione arriva direttamente dall'euroinomane Christine Lagarde. Detto fatto. Bruxelles comanda, il giallofucsia esegue. Del resto, ce lo chiede l'Europa. Il problema non è, come superficialmente ripetono gli sciocchi, che Gualtieri canta e suona "bella ciao". Il problema è strutturale: Gualtieri è un colonnello dell'economia di mercato e dell'eurocrazia repressiva.
 
La rivista americana "Politico" lo ha senza perifrasi indicato come "uno dei deputati più influenti del parlamento europeo". Gualtieri ha il primato per aver presieduto il numero di ben 157 negoziazioni inter-istituzionali tra Commissione, Parlamento e Consiglio per definire le norme europee. È stato, poi, relatore per la modifica dell'articolo 136 del trattato di Lisbona (2007) che istituisce il MES. Il MES, lo ricordiamo, è il fondo per il quale l'Italia ha versato 50 miliardi e ne dovrà versare in seguito altri 75. Il MES funziona in modo semplice e lineare: l'UE aiuta i Paesi membri prestando danari di quel fondo, in cambio imponendo le politiche liberiste della privatizzazione. Nel 2011, Gualtieri è stato membro del gruppo che aveva la missione di convincere i governi europei ad accettare il "fiscal compact", che, come sappiamo, ci condanna alla crisi permanente e all'impossibilità di fare politiche keynesiane. Per gli euroinomani, il fiscal compact è un successo senza eguali. Peccato che per i premi nobel per l'economia Krugman e Stiglitz sia tra le massime tragedie del moderno. Dulcis in fundo, Gualtieri  ha presieduto il Financial Assistance Working Group, finalizzato a monitorare che la Grecia attuasse con rigore le riforme di tagli alla spesa e cessione del patrimonio in cambio degli aiuti assassini europei. 

Diego Fusaro (Torino 1983) insegna storia della filosofia presso lo IASSP di Milano (Istituto Alti Studi Strategici e Politici) ed è fondatore dell'associazione Interesse Nazionale (www.interessenazionale.net). Tra i suoi libri più fortunati, "Bentornato Marx!" (Bompiani 2009), "Il futuro è nostro" (Bompiani 2009), "Pensare altrimenti" (Einaudi 2017).

IMG 20180131 WA0000
 

Loading...
Commenti
    Tags:
    diego fusarogoverno giallorossoconte zingaretti di maio
    Loading...
    in evidenza
    Champions, Atalanta agli ottavi Ansia Sorteggio: Barça, Psg o...

    'MAGO' GASPERINI: "VITTORIA DEL CALCIO ITALIANO"

    Champions, Atalanta agli ottavi
    Ansia Sorteggio: Barça, Psg o...

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 4 Cast PAOLA DI BENEDETTO CHE INDIZIO! Gf Vip 4 news

    Grande Fratello Vip 4 Cast PAOLA DI BENEDETTO CHE INDIZIO! Gf Vip 4 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La “Coscienza” di ACI per la Cultura della Guida #GUIDACONCOSCIENZA

    La “Coscienza” di ACI per la Cultura della Guida #GUIDACONCOSCIENZA


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.