A- A+
Lo sguardo libero
Dall'immigrazione a Saviano, così Salvini raccoglie più consensi di Di Maio

E’ inevitabile che dal Governo giallo-verde, in quanto del cambiamento, ossia foriero di novità radicali, possano aumentare i consensi tra gli italiani. In questo senso il più fortunato tra i due vice-premier, Matteo Salvini (Lega) e Luigi Di Maio (M5S), è il primo perché sta cercando di gestite un tema enorme del programma: l’immigrazione economica e/o clandestina, un problema cui gli italiani sono sensibilissimi (italiani che finalmente, comunque la si pensi, sono stupefatti dal fatto che le cose possano cambiare e che non è detto che l’Italia eternamente debba per forza accogliere e tenere in casa centinaia di miglia di migranti).

Fortuna intrinseca al ruolo quella del ministro dell’Interno, incarico naturale per Matteo Salvini. Rispetto a Di Maio, Salvini potrebbe avere altri meriti: la capacità di puntare all’obiettivo maggiore e scegliere provvedimenti simbolici che siano davvero tali.

Per intenderci, Salvini, una volta insediato al Viminale, si è subito dedicato all’obiettivo maggiore: non ha fatto attraccare la nave Aquarius in Italia e chiede che sia negoziata la decisone del vertice europeo sui migranti, previsto per domenica a Bruxelles,  minacciando il veto o persino che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte non partecipi. Dall’altra parte la scelta simbolica: fare valutare agli esperti del ministero dell’Interno se  lo scrittore  Roberto Saviano debba ancora usufruire della scorta, scelta dal fortissimo valore simbolico, ma di facile e semplice risoluzione.

Dall’altra parte Di Maio, quale titolare del MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) rimanda la decisione sull’Ilva (“Mi si chiede di risolvere in 15 giorni una questione rinviata per sei anni”). Certo il caso è spinoso: scegliere tra l’ambiente (chiusura dello stabilimento) e il lavoro di 12.000 persone. Dall’altra parte la scelta di dare regole al comparto dei rider (le persone che in bicicletta consegnano  cibo nelle città): 10.000 in tutta Italia. Un settore importante, ma, per intenderci, il Trump che riapre le acciaierie americane e pone dazi per far lavorare gli americani, avrebbe considerato il dossier rider secondario. Non meno importante sul piano simbolico la decisione di Di Maio di mettere mano al decreto legge del 2011 di Mario Monti che consente l’apertura degli esercizi commerciali nei giorni festivi, impendendo così – secondo Di Maio - ai genitori di stare coi figli e rovinando le famiglie (decisivi regolamentazione e un maggior controllo dei turni). Due dossier – rider e aperture festive delle attività commerciali – per metà simbolici e per metà per così dire di peso, di difficile e impegnativa risoluzione, che sottraggono energie (al MISE Di Maio avrebbe ereditato oltre 160 vertenze con oltre 180.000 posti di lavoro a rischio). Si pensi, nel caso di Salvini, alla netta distinzione (marco/micro) tra questione migranti e caso Saviano. Come in ogni attività umana/economica: senso delle proporzioni, pragmatismo e andare diretti all’obiettivo.

Commenti
    Tags:
    salvinisaviano

    in evidenza
    Gf Vip 3 cast, colpo di scena Annunciati 2 nuovi concorrenti

    Spettacoli

    Gf Vip 3 cast, colpo di scena
    Annunciati 2 nuovi concorrenti

    i più visti
    in vetrina
    Berlusconi prende tutto il Monza. Lui e Galliani pensano a Brocchi. I dettagli

    Berlusconi prende tutto il Monza. Lui e Galliani pensano a Brocchi. I dettagli

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Groupe PSA si aggiudica il « International Van Of The Year 2019 »

    Groupe PSA si aggiudica il « International Van Of The Year 2019 »

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.