A- A+
Lo sguardo libero
I media si preoccupino dei bambini abusati, non della Chiesa e di Francesco

Dispiace che i media e i grandi giornali stiano via via dedicando sempre meno spazio allo scandalo pedofilia nella Chiesa, non tanto per la Chiesa stessa e per Francesco, ma per le migliaia di casi, emersi finora e che inevitabilmente emergeranno ancora, di abusati da sacerdoti cattolici.

Le vittime di pedofilia –  reato  (che non ha nulla a che vedere con l’omosessualità, che non è un reato) peggiore del terrorismo e della pratica mafiosa - subiscono una ferita nell’anima, la loro sessualità è più che notevolmente compromessa, necessitano di anni di terapia psicologica; soffrono di depressione, spesso finiscono nell’ alcolismo o nella droga, e ancor peggio si suicidano. In alcuni casi, diventano loro stessi pedofili. Tutto ciò dovrebbe valere molto di più del destino della Chiesa e di Francesco.

I fatti sono noti. Le accuse rivolte dal ex nunzio apostolico (corrispettivo di ambasciatore) negli Usa Carlo Maria Viganò, che chiede a Francesco di dimettersi perché a pochi mesi dalla sua elezione a Pontefice fu da lui informato del fatto che l’allora arcivescovo di New York Theodore McCarrick era un conclamato pedofilo e del clima di abusi e violenze diffuso in tutto l’ambito diocesano. Il caso fu silenziato, ma non si può fermare una valanga. Tutto prese il via dallo scoop del The Boston Globe del 2002 (89 sacerdoti pedofili e 55 rimossi in città). Poi la seconda ondata a inizio di questo decennio, con l’emersione degli scandali anche in Europa: Belgio, Francia, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Spagna. Quindi la Commissione di indagine vaticana nel 2014 fino alla vicenda del cardinale George Pell, prefetto della Segreteria per l’Economia (ministro dell’Economia del Vaticano, dunque a stretto contatto con Francesco) incriminato nel 2017 in Australia. Ora i casi della Pennsylvania, intanto si preconizzano nuove bufere in Maryland e in California.

Mentre si scrivono pagine e pagine sul movimento Me Too, sembra essere complice chi minimizza tutte queste vicende (“Il comunicato di Viganò si commenta da sé”) e chi spiega le accuse di Viganò sulla base delle sue posizioni tradizionaliste e del suo risentimento per essere stato frenato nella sua carriera in Vaticano. Del resto lo stesso Cristo sostiene nel Vangelo: “Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli gli conviene che gli venga appesa al collo una macina da mulino e sia gettato nel profondo del mare"… oppure: “Se  non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli”. Il perdono chiesto da Francesco sembra non bastare. Non si può generalizzare, ma la situazione appare gigantesca se si pensa che il fenomeno possa essere per così dire endemico nei Seminari (la vittima di pedofilia che diventa pedofilo) e che i due tratti  psichiatrici tipici del pedofilo sono il narcisismo e l’asocialità, caratteristiche proprie del prete: l’uomo con la tonaca talare, il “semi-dio” che fa da tramite tra  gli uomini e Dio; colui che non ha una famiglia e vive solo, amico di tutti e di nessuno.

Commenti
    Tags:
    pedofiliafrancescoviganò

    in evidenza
    Da Picasso all'arte islamica in Iran Jaca Book, ecco i libri in uscita

    Novità editoriali

    Da Picasso all'arte islamica in Iran
    Jaca Book, ecco i libri in uscita

    i più visti
    in vetrina
    Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

    Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

    Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.