A- A+
La nuda verità
Femminicidio, prendiamo posizione

Prendiamo posizione.

Anche quest’anno le cronache dei giornali riportano come un bollettino di guerra che nell’ultimo periodo ha cadenza quasi quotidiana, storie al limite dell’incredibile ma tragicamente vere di donne oggetto di violenza e di omicidi da parte dei loro compagni, ex compagni o mariti.
Dinnanzi a questa, ripeto incredibile, impensabile, sconcertante realtà che nell’immaginario riporta più alla storia medievale che al secondo millennio  Lucia Annibali e Alessia Morani hanno chiesto pubblicamente agli uomini di prendere una posizione, di far sentire la loro voce; la nostra voce.
Ebbene, nel mio piccolo, in rappresentanza solo di me stesso anche se spero sinceramente di interpretare e condividere il pensiero di molti uomini, della maggior parte degli uomini, eccomi qua.
Credo sia importante si sappia che l’esercizio di ogni tipo di violenza, fisica prima di tutto, su un soggetto più debole, qualsiasi esso sia, rappresenta per un uomo una sconfitta.
Perché c’è differenza tra un maschio e un uomo.
Da che mondo è mondo un Uomo, con la “U” maiuscola, è e deve essere qualcuno che difende i propri cari, un essere che protegge le debolezze altrui, e non che le calpesta; qualcuno tra le cui braccia una donna può e deve affidarsi, lasciarsi completamente andare, con fiducia.
Una persona che non riesce ad esprimersi altrimenti se non attraverso la violenza, un uomo che approfitta del proprio grado di superiorità fisica perché non riesce ad elaborare il pensiero, a comunicare il proprio stato interiore in maniera alternativa compie un’azione che genera una ferita profonda in tutto il genere maschile, e nella considerazione che le donne hanno di noi.
E’ come quando gli sforzi di tutti quei Carabinieri, Poliziotti e magistrati che per una cifra poco più che simbolica mettono a disposizione e a repentaglio costantemente la propria vita per il prossimo perché credono nel valore della protezione altrui, vengono vanificati da pochi colleghi che invece abusano del proprio potere, calpestando il giuramento e il senso profondo di professioni nobili e vitali come quelle.
C’è differenza tra un maschio e un uomo.
E’ vero, gli esseri umani, uomini e donne, sono fatti non soltanto di buoni sentimenti ma anche di istinti a volte abominevoli, di impulsività che può offuscare le menti, di aggressività, di rancore, di rabbia, di delusione.
Ma c’è differenza tra un maschio e un uomo.
Ed è proprio questo che distingue un Uomo da un semplice essere umano di sesso maschile; un uomo ha la capacità di decidere ciò che è bene e ciò che è male, e di gestire le proprie pulsioni. Un uomo li frena, gli istinti.
Dopo l’uscita del mio libro “avere un uomo è facile, il problema è tenerselo” ho iniziato a scrivere tutte le settimane di donne ma soprattutto di uomini, nella presunzione di conoscere e comprendere almeno per grandi linee il mondo maschile, le sue reazioni, il suo mondo interiore.
Ma questi uomini io non li conosco, non li capisco; nemmeno immagino cosa possa passare loro per la testa nel momento in cui decidono di porre fine alla vita di una persona; una persona oltretutto alla quale, voglio credere, abbiano voluto bene.
Personalmente, sono poco incline a tirare in ballo la solitudine, il rifiuto, la paura di rimanere soli. Credo di aver provato personalmente praticamente qualsiasi sentimento umanamente possibile nei confronti del genere femminile; le ho amate, le ho odiate, le ho rincorse; ho provato quel pugno allo stomaco che ti impedisce di fare qualsiasi cosa e che toglie senso a tutto quando il telefono non suona, quando un amore finisce, quando un sogno si infrange.
Ma in tutto ciò mai e poi mai mi è passato per l’anticamera del cervello nemmeno di immaginare una qualsivoglia forma di violenza fisica. Non ho mai nemmeno tirato uno schiaffo, e lo dico con grande orgoglio; anzi per la verità qualche volta ne ho ricevuti, ma questa è un’altra storia.
Diceva una scrittrice “la violenza nei confronti di una donna non è mai amore, è solo possesso”.
E allora ecco: di fronte alla sacrosanta richiesta di presa di posizione da parte degli uomini, questa è la mia posizione, perché è l’unica posizione che si può sostenere.
Mai, mai e poi mai.
Non so se si è capito, ma c’e differenza tra un maschio e un uomo.

 

Commenti

    Tags:
    violenzadonne

    in vetrina
    Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

    Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

    i più visti
    in evidenza
    Da Picasso all'arte islamica in Iran Jaca Book, ecco i libri in uscita

    Novità editoriali

    Da Picasso all'arte islamica in Iran
    Jaca Book, ecco i libri in uscita

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

    Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.