A- A+
Politicamente scorretto
AC Milan: la situazione è grave, ma non è seria
Krzysztof Piatek e Patrick Cutrone (foto Lapresse)

Parafrasando Ennio Flaiano, la situazione dell'Ac Milan è grave, ma non è seria.

Una situazione molto comune nel nostro Paese.

Ennesima stagione fallimentare, perchè di fallimento è d'uopo definire le gesta della compagine rossonera.

Eliminati ai gironi in Europa League da squadre più che modeste; in campionato fallito l'accesso alla Champions nonostante centinaia dimilioni spesi nelle due sessioni di mercato (unica squadra che ha speso 70milioni nella finestra di gennaio); eliminazione in semifinale di coppa Italiadopo uno 0-0 in trasferta contro la Lazio di Inzaghi; la sconfitta in Supercoppacontro una Juve dimessa; una sequela di infortuni paragonabili ad un lazzaretto di guerra; un gioco espresso modesto, ripetitivo, che ha prodotto un totale di gol inferiore rispetto a squadre meno attrezzate (Atalanta, Sampdoria) e con due centravanti di spessore (nel girone di andata il maldipancista Higuain, sostituito nel girone di ritorno dalla sorpresa Piatek); una dirigenza assente esilente (due vizi capitali per una società di categoria); una proprietà lontana, non solo geograficamente (non si è mai udito una dichiarazione riguardo le prestazioni della squadra); dulcis in fundo, spada di Damocle per l'incombente decisione della UEFA riguardo l'infrazione del FFP.

Morale, necessaria rivoluzione totale, così deciso dai proprietari.

Gattuso se ne va perchè non condivide il progetto prospettatogli dal plenipotenziario Gazidis durante l'incontro diieri.

Il duo Leonardo Maldini, giubilati dopo meno di unanno.

Numerosi giocatori dell'attuale rosa con la valigiapronta.

"La società non mi ha chiesto di arrivare in Champions league, ma di provarci.

Così Gattuso nella conferenza pre partita di sabato scorso.

Una bazzecola, quindi non essere arrivati quarti.

Ma tutti, pure i sassi di Milanello, sapevano che non era così. Sapevano che la mancata qualificazione avrebbe edulcorato i sogni di  rivivere l' "ancienne grandeur".

Gli introiti garantiti dalla partecipazione alla massima competizione europea cambiano i "destini" dellesquadre.

E così il "destino" rossonero è segnato.

Trapelano rumors che indicano una campagna acquisti sobria, fatta di giovani di belle speranze da rivalutare e poi rivendere percreare le indispensabili plusvalenze, deus ex machina del calcio moderno.

Quali giocatori, quale allenatore?

Non è dato a sapersi, per ora.

Si dice che arriveranno giovani da ogni angolo del pianeta pallonaro, ma nel frattempo sono vacanti le posizioni chiave di una compagine pallonare, anche di una compagine di categorie semi-professionistiche; mister, direttore sportivo, teammanager.

Confortante che a fine maggio vi sia questa situazione.

E i tifosi, che debbono pensare ?

Debbono concedere l' ennesima fiducia a "scatola chiusa"?

Debbono cadere in depressione ?

Oppure, inchinarsi allo strapotere del fondo Elliott, prostrandosi senza remore e senza indugio come faqualche tifoso più o meno noto (possiamo definirli tifosi???)?

Del resto quando la proprietà è un fondo di investimento, ildestino era tracciato fin dagli esordi.

Questo è ormai il calcio.

Che dire, meglio celiare un poco come ci insegnava EnnioFlaiano e chiosare con un sorriso ricordando una sua celebre frase: "Coraggio, il meglio è passato".

Commenti
    Tags:
    ac milanmilan
    in evidenza
    "Vita in Diretta, misura colma" L'Ad Salini sul piede di guerra

    MediaTech

    "Vita in Diretta, misura colma"
    L'Ad Salini sul piede di guerra

    i più visti
    in vetrina
    Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO

    Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel Corsa-e: l’elettrica che si carica in modo veloce e semplice

    Opel Corsa-e: l’elettrica che si carica in modo veloce e semplice


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.