A- A+
Quelli che i numeri non dicono
Anche il pubblico italiano si converte alla TV digitale

Numeri importanti per lo streaming video nel nostro Paese: secondo uno studio di Ernst&Young, circa 19 milioni di italiani guardano contenuti televisivi online, mentre sono almeno 4 milioni le persone che utilizzano Internet per vedere film o serie televisive a pagamento.

Si amplia la platea di spettatori in streaming

Ad essere aumentata negli ultimi anni è soprattutto l'offerta sul Web, determinata anche dall'esordio sul mercato italiano di Netflix, il colosso americano che, nonostante risultati forse non all'altezza delle aspettative (l'obiettivo del fondatore Hastings era conquistare una famiglia su tre in Italia nel lungo periodo), ha comunque già conquistato circa 800 mila abbonati sul nostro territorio, scatenando una sorta di reazione a catena che ha fatto crescere anche i concorrenti, come i servizi on demand di Mediaset o Sky, o ancora Now TV (sempre targata Sky) e TimVision.

Addio al vecchio palinsesto

A ben vedere, in questo mare magnum di proposte è proprio l'ex telespettatore a rischiare di perdere l'orientamento, ritrovandosi non solo senza la classica guida alla programmazione (ormai superata perché legata alle vecchie logiche del palinsesto), ma anche con la "limitatezza" di alcuni abbonamenti. Difatti, ogni società offre il suo catalogo di film, serie tv o contenuti live, rendendo di fatto impossibile o quasi avere un controllo generale su tutto quello che si può vedere online.

Condividere gli accessi in abbonamento

Proprio per questo una startup italiana ha dato vita a Filmamo, una speciale piattaforma che si candida a essere il primo motore di ricerca di film streaming e video online, informando l'utente della disponibilità del prodotto richiesto sui vari servizi di streaming legale, in abbonamento o on demand, ma anche in formato Dvd o Blu Ray. Un servizio che come facile comprendere risulta particolarmente interessante per chi ha sottoscritto più abbonamenti o, più verosimilmente, condivide gli accessi con altre persone.

Il mercato degli OTT in Italia

È ancora la ricerca di E&Y che rivela, infatti, come la platea complessiva di chi risulta spettatore attivo di servizi video a pagamento, in realtà, è composta solo per la metà da chi effettivamente paga. In termini pratici, a fronte di un pubblico di 4 milioni di italiani i "veri" abbonati sono circa 1,9 milioni, mentre la restante quota è formata dal cosiddetto "effetto leva", ovvero il passaggio degli accessi a familiari o amici, reso possibile dal mercato degli OTT, i canali televisivi "Over the top" a pagamento o gratuiti, con vari pacchetti a tema che sono trasmessi sia i televisori che per l'appunto in streaming, e dunque a disposizione di qualsiasi dispositivo connesso a Internet.

Netflix a quota 800 mila abbonamenti

A guidare questa rivoluzione c'è Netflix, come detto, che si appresta a chiudere il secondo anno di vita in Italia con circa 800 mila utenti abbonati all'attivo: si tratta di una stima ufficiosa, diffusa da EY incrociando sondaggi con dati forniti dalle aziende, e il dato è per così dire fluido. Rispetto ai classici abbonamenti ai servizi televisivi (stile pay-tv), l'utente non è obbligato infatti a legarsi alla società per lungo tempo, e anzi si stima che almeno il 15 per cento dei clienti di Netflix & soci abbia sospeso e poi riattivato il proprio abbonamento.

Le altre piattaforme in Italia

Al secondo posto dell'offerta di streaming video in Italia troviamo TimVision, la piattaforma realizzata Telecom Italia che vanta 600 mila abbonati (ma sarebbero un milione, secondo stime differenti, anche per le forti campagne promozionali dell'azienda telco), mentre a completare il podio ci sono Infinity (versione in streaming di Mediaset Premium) e Now Tv (la proposta on demand di Sky), che non raggiungono i 500 mila sottoscrittori.

Tags:
tim visionnetflixtv digitalemediasetsky

in vetrina
Royal Family News, tra Meghan Markle ed Elisabetta II scoppia il "tiara-gate"

Royal Family News, tra Meghan Markle ed Elisabetta II scoppia il "tiara-gate"

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana: Toninelli visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana: Toninelli visto dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.