A- A+
Quelli che i numeri non dicono
Cresce l’Automotive per le aziende, il noleggio lungo termine è in testa alle

Il noleggio a lungo termine continua a segnare numeri da record e, in Italia, si conferma uno dei settori a più alta crescita. Il quarto anno consecutivo di crescita è stato il 2017, con previsioni in chiusura 2018 che addirittura sembrano superare l’anno precedente. Circa 433.000 immatricolazioni che rappresentano nel complesso una crescita del 18,2% rispetto all’anno 2016. A testimoniare tutto ciò le rilevazioni Aniasa facenti riferimento agli 11 mesi del 2018 appena trascorsi paragonati agli anni precedenti. Il mercato generale automotive ha raggiunto e probabilmente supererà le 2 milioni di immatricolazioni, che se rapportate al circa mezzo milione di auto riservate alle formule di noleggio a lungo termine fanno ben intendere quale sia la portata del fenomeno che sta innovando l’intero panorama automobilistico italiano.

Il 2017 è da record assoluto

Aniasa (Associazione Nazionale Industria dell'Autonoleggio e Servizi Automobilistici) ha rilevato che le auto maggiormente interessate dal fenomeno sono quelle aziendali, cresciute a ritmi inverosimili: il 40% del totale fa parte di flotte societarie mentre nell’ann0 2009 erano appena del 22%. +22,5% fanno registrare le auto intestate ad aziende ma di uso “personale” (basti pensare ai liberi professionisti) confermando il trend positivo testimoniato da un 43,6% dell’intero mercato. Calano le vendite ai privati: 1,8% il dato di riferimento.

Perché le società

Al di là della grandissima percentuale di aziende che “rivendono” il noleggio a breve termine su vetture noleggiate a lungo termine attraverso un sistema definito rent-to-rent, molte sono le società che noleggiano auto per fornirle come benefit aziendali ai propri dipendente nell’ambito di contratti di lavoro specifici. Ciò avviene anche alla luce dei vantaggi fiscali legati al superammortamento. Detrazioni e deduzioni fiscali sono di fondamentale importanza nell’ottica del contenimento delle spese aziendali nonché per il controllo che il datore ha sul veicolo fornito al lavoratore. Un’ottima guida sull’argomento che metta in luce quali siano le prerogative dei privati nel noleggiare la propria auto o moto e quali quelle delle aziende o titolari di partita IVA è presente sul sito www.rentoorent.com (piattaforma di una società di noleggio).

Non soltanto noleggio a lungo termine

Lo studio Aniasa tiene però a precisare che è paritario il peso sia del noleggio che delle vendite alle società che necessitino di ampliare il proprio parco auto; entrambi i fenomeni sono in crescita a doppia cifra. Il noleggio a medio termine è un’altra valida alternativa che le società scelgono di adoperare per consegnare ai propri manager un veicolo aziendale. Le statistiche dell’associazione autrice dell’indagine approfondiscono anche sull’appena citato breve termine che a dicembre ha prodotto un aumento superiore al 65%, ben oltre la media annua mantenuta su poco più del 18%. Nel complesso, un ulteriore dato di riferimento dice che le immatricolazioni globali sono in forte aumento a fine anno (come ogni anno): probabilmente sulla base delle politiche di sconto dei principali player del settore come LeasePlan, Arval e ALD.

Le auto preferite da privati e aziende

Le aziende puntano sulle berline due volumi o, messe alle strette dalle preferenze personali (non possiamo non ipotizzare questo) sui monovolume, più conformi alla famiglia e a un utilizzo combinato lavoro-famiglia. I privati puntano sulle piccole utilitarie in grado di assicurare un pesante mantenimento dei costi o, in caso contrario in termini di rata, sui SUV. I dati di traffico dichiarati dalle aziende facenti parte dell’indagine statistica dicono che le case automobilistiche più ricercare e navigate sul web dagli avventori del noleggio sarebbero le note tedesche, Audi, BMW e Mercedes, oltre alle giapponesi. L’italia dice la sua con l’Alfa Romeo, penalizzata però dal non ottimale mantenimento del valore di mercato delle vetture che - una volta terminato il periodo di renting - tornano sui piazzali di vendita di seconda mano a prezzi abbastanza ribassati giustificando un cospicuo aumento di rata mensile.

Non solo auto

I privati noleggiano anche moto, principalmente motorini. A farlo sono i genitori per conto dei ragazzi. Pochi sono i dati in merito alle motociclette di grossa cilindrata, apparentemente poco richieste e ricercate. Su queste ultime esiste un certo numero di restrizioni, come lo scoperto in caso di furto e l’imposizione di una franchigia minima in caso di danni: ragioni probabilmente concorrenti alla minore appetibilità del segmento per chi voglia provare questa nuova forma di mobilità su ruote.

Commenti
    Tags:
    automotivenoleggio lungo termine
    in evidenza
    BELEN, CHE LATO B A FORMENTERA LA FOTO INFIAMMA I SOCIAL

    Belen, Diletta Leotta e... GALLERY

    BELEN, CHE LATO B A FORMENTERA
    LA FOTO INFIAMMA I SOCIAL

    i più visti
    in vetrina
    Sesso, i 10 sex toy dell'estate. Tra luglio e agosto +20% vendite

    Sesso, i 10 sex toy dell'estate. Tra luglio e agosto +20% vendite


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Aci e Ferrari insieme per celebrare il 90° Gran Premio d’Italia

    Aci e Ferrari insieme per celebrare il 90° Gran Premio d’Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.