A- A+
Quelli che i numeri non dicono
Settore Pet Food in Italia: una panoramica del mercato e dati commerciali

Il mercato italiano di alimenti per animali domestici e prodotti per la cura è forte e continua a crescere in valore e volume nonostante la crisi economica che ha colpito il settore negli ultimi anni. L'Italia, con una popolazione di circa 60 milioni di persone, ha una popolazione (uguale) di animali domestici, 60 milioni, più di tre su dieci famiglie italiane possiedono almeno un animale domestico. Come risultato dei mutevoli dati demografici, della struttura familiare e del rispetto degli animali da parte dell'Italia, il ruolo di questi ultimi è cambiato nel corso degli anni. Questo aumento del numero e dell'importanza degli animali domestici si traduce in maggiore cura e maggiori spese per cibo, salute, accessori e servizi. Secondo i dati di Euromonitor, il mercato italiano dei prodotti per animali domestici è cresciuto del 4% nel 2015, raggiungendo un fatturato di oltre € 670 milioni. Rispetto ad altri paesi europei, tra cui Francia, Germania, Regno Unito, Spagna e Paesi Bassi, il tasso di crescita dei prodotti alimentari e alimentari in Italia del 2,2% è superiore alla media europea. Il mercato italiano del cibo per cani e gatti è cresciuto leggermente nel 2016 con un fatturato combinato di € 2,2 miliardi e un volume totale di 559.200 tonnellate vendute. Gli italiani hanno speso 1,1 miliardi di euro per cibo per gatti (53,2% del mercato) e € 1 miliardo per cibo per cani (46,6% del mercato), oltre a € 155 milioni per spuntini e spuntini, con un aumento del 10% rispetto alle statistiche del 2015. Questa crescita dinamica è dovuta agli snack per l'igiene orale, con trattamenti igienici che segnalano una crescita del 25%. L'Italia è un mercato interessante e redditizio per la cura degli animali domestici e i prodotti alimentari negli Stati Uniti poiché la domanda continua ad aumentare. I fattori principali di questa crescita includono l'accresciuta importanza degli animali domestici nelle famiglie italiane e un migliore marketing attraverso negozi di grandi dimensioni e negozi specializzati. Cresce la domanda di prodotti sanitari, abbigliamento di marca e prodotti di bellezza, oltre a prodotti naturali o premium. Le statistiche indicano che i proprietari di can, gatti e altre specie domestiche italiane sono più propensi a trattarli con maggiore cura, ad esempio scegliendo cibi speciali su misura per le specifiche esigenze nutrizionali dell'animale, con conseguente maggiore domanda di alimenti per animali domestici premium e super premium.  

Sottosettori principali

I proprietari dedicano particolare attenzione alla salute dei loro cuccioli e richiedono sempre più tipi specifici di cibo. Di conseguenza, oltre a cibi premium e super-premium, diversi prodotti secondo razza, taglia ed età e una grande varietà di alimenti per animali domestici che soddisfano esigenze molto specifiche legate allo stile di vita (diete energetiche o leggere) e alle condizioni di salute (per diete che prevengono le allergie o affrontano determinate malattie) sono sempre più popolari nel mercato italiano. La domanda italiana di cibo per cani e gatti è diventata più "specializzata". Una tendenza attuale riguarda prodotti alimentari naturali e olistici, che garantiscono ingredienti naturali o biologici senza coloranti o conservanti artificiali. Molti consumatori preferiscono snack e leccornie che non contengono conservanti e contengono ingredienti sani come frutta e cereali.   Il mercato della cura degli animali domestici continua a beneficiare di una maggiore attenzione al loro benessere, che sono sempre più considerati come membri della famiglia che meritano prodotti di alta qualità. Nel mercato dei prodotti per la cura degli animali, le migliori prospettive includono agenti e guinzagli per la salute e antiparassitari, prodotti di bellezza ipoallergenici e biodegradabili formulati con estratti organici, spazzole, ossa e gomme dentali. I prodotti per l'igiene degli animali e i rimedi antiparassitari sono particolarmente in aumento.   Nel 2016, il segmento degli accessori (giocattoli, guinzagli, letti, ciotole e piatti, gabbie, voliere, acquari, case di tartarughe e vari strumenti) è aumentato del 6% con un fatturato di € 80 milioni. I migliori venditori di accessori per penetrare nel mercato italiano includono letti e cuscini per gatti, giocattoli, guinzagli, ciotole, gabbie, voliere e acquari. Anche il mercato dei prodotti di lusso per animali domestici è cresciuto, in particolare grazie alle vendite di vestiti, giacche e impermeabili, cuscini, fermagli per capelli e colletti, corrieri e cappelli alla moda venduti in genere in negozi specializzati nel pet food. In particolare per il mercato italiano del lusso inerente a questo settore, è fondamentale che i prodotti siano innovativi e di design originale ed estetico.  

Esportare alimenti per animali domestici e mangimi per l'Italia e l'UE

  L'alimento per animali domestici è altamente regolamentato nell'Unione Europea per conformarsi ai più elevati standard di igiene, sicurezza e qualità. Nell'UE, gli alimenti sono soggetti alla legislazione sulla commercializzazione dei mangimi e alla legislazione veterinaria. La legislazione dell'UE in materia di commercializzazione dei mangimi riguarda alimenti per animali domestici e alimenti per animali destinati alla produzione di alimenti. I prodotti per animali da compagnia contenenti un ingrediente di origine animale devono provenire da stabilimenti riconosciuti e devono essere accompagnati da un certificato veterinario.   Tutte le esportazioni di alimenti per animali domestici negli Stati Uniti devono essere conformi ai requisiti dell'UE, comprese le norme sull'etichettatura, l'igiene, la salute degli animali, la certificazione e l'uso di additivi. Il regolamento 767/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio stabilisce norme per l'etichettatura e la commercializzazione di mangimi che si dividono in mangimi composti e mangimi medicati o dietetici per animali destinati alla produzione alimentare e non alimentare. I mangimi e gli alimenti per animali da compagnia non conformi al regolamento 767/2009 e le disposizioni sugli additivi per mangimi stabilite nel regolamento 1831/2003 non sono ammessi sul mercato dell'UE. Le condizioni per la miscelazione dei medicinali veterinari nei mangimi sono stabilite nella direttiva 90/167 / CEE. Nel settembre 2014, la Commissione europea ha presentato una proposta per sostituire la direttiva obsoleta 90/167 / CEE sui mangimi medicati. Lo scopo della proposta include esplicitamente mangimi medicati per animali domestici. I funzionari di controllo delle frontiere dell'UE verificheranno le etichette sugli alimenti importati per la conformità ai requisiti dell'UE. L'Allegato 4 al "Codice delle buone pratiche di etichettatura per gli alimenti per animali domestici", elaborato dall'industria europea per gli animali da compagnia (FEDIAF), stabilisce una "check-list" che i produttori di alimenti possono utilizzare per verificare la conformità alle norme di etichettatura dell'UE. Il regolamento della Commissione 68/2013 istituisce un catalogo di materie prime per mangimi. Consente agli operatori di utilizzare nomi ed espressioni più precisi per il feed che immettono sul mercato.  

Fonte dei dati: Dipartimento dell'Agricoltura , Gattoblog , Euromonitor

Commenti
    Tags:
    petfoodpetfoodeuromonitor
    in evidenza
    E' morto a 70 anni Niki Lauda Fu una leggenda della Formula 1

    Sport

    E' morto a 70 anni Niki Lauda
    Fu una leggenda della Formula 1

    i più visti
    in vetrina
    Royal baby ma non solo. Meghan Markle e Harry: il video per l'anniversario. ROYAL BABY NEWS

    Royal baby ma non solo. Meghan Markle e Harry: il video per l'anniversario. ROYAL BABY NEWS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nissan X-Trail: gamma motori rinnovata

    Nissan X-Trail: gamma motori rinnovata


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.