A- A+
Quelli che i numeri non dicono
Vendemmia scarsa, prezzi alti

Al netto dei numeri esatti che la vendemmia 2017 porterà̀ a casa, è indispensabile aprire una riflessione, senza allarmismi, sul rapporto tra il vino ed il clima che cambia.

 

I circa 40 mila ettolitri di vino di questo raccolto diventeranno una consuetudine? La parola spetta agli esperti: gli scienziati hanno affermato che non dovrebbero essere le punte estreme del cambiamento climatico a preoccuparci quanto le medie. Annate disgraziate – come la 2017 evidentemente è - nel senso della siccità̀ o dell’eccesso opposto, sono sempre accadute con cadenza lunga. Preoccupano di più̀ quei due gradi di aumento delle temperature medie complessive. Senza tralasciare i violenti episodi atmosferici con cui stiamo purtroppo cominciando a convivere. Questo quindi è un punto di partenza che invita ad una riflessione che deve evidentemente andare ad affrontare anche il tema dei prezzi, perché́ quest’anno con poche uve in cantina, inevitabilmente saliranno.

 

“Il nostro Paese è un insieme di realtà̀ che hanno vissuto in modo completamente differente il bizzarro andamento stagionale di quest’annata – ha detto il Presidente di UIV Ernesto Abbona in occasione dell’appuntamento annuo con le previsioni vendemmiali di Uiv e Ismea-. I cambiamenti climatici su scala globale stanno incidendo in maniera determinante anche sulle pratiche viticole delle nostre aziende; alcuni parametri climaticoambientali e produttivi si stanno modificando, mettendo in difficoltà i sistemi consolida- ti di misurazione previsionale dell’andamento produttivo. Nonostante un calo produttivo stimato del 26%, secondo le previsioni rimaniamo sopra i 40 mln di ettolitri, con- fermando il primato produttivo mondiale del nostro Paese davanti a Spagna (38,4 mln) e Francia (37,2 mln)”.

 

“Oggi più che mai siamo con- sapevoli che i cambiamenti climatici incidono in modo sempre più determinante sul settore agricolo e vitivinicolo in particolare - commenta il viceministro delle Politiche Agricole Andrea Olivero - di conseguenza l’innovazione e la cura professionale dei vigneti consentono una maggiore competitività̀, assicurando maggiori ricavi a tutti gli attori della filiera ed è in questa direzione che dobbiamo continuare ad operare. Il Governo farà la sua parte per sostenere le aziende: pensiamo al Fondo di Solidarietà̀ Nazionale, e ad interventi specifici. In prospettiva la fluttuazione dei prezzi è un tema decisivo, e servono garanzie per le imprese”.

 

“L’export del vino italiano - commenta Raffaele Borriello, direttore generale Ismea – prefigura, ad oggi, la possibilità̀ di raggiungere la soglia dei 6 miliardi di euro entro la fine del 2017. È necessario, tuttavia, non trascurare la di Giovanni Pellicci portata degli effetti dei cambiamenti climatici sui redditi degli agricoltori, proponendo anche per il settore del vino sperimentazioni e strumenti innovativi per la gestione dei rischi a tutela del ricavo aziendale”.

 

“La flessione produttiva – aggiunge Abbona - ci sprona a lavorare con maggior decisione per incrementare il valore del prodotto e delle nostre esportazioni. I primi mesi del 2017 segnano un recupero del prezzo medio a litro che, però, ancora non basta: dobbiamo cogliere il trend di ripresa di questi mesi per migliorarlo ulteriormente, anche per rispondere in maniera adeguata al generale aumento dei prezzi dei vini all’origine registrato nelle diverse aree del Paese, che aiuta a stabilizzare la sostenibilità̀ economica di tutti gli anelli della filiera. È chiaramente presto per fare pro- clami, ma mantenendo questo ritmo di crescita a fine anno si potrebbe superare la soglia dei 21 milioni di ettolitri”.

 

Approfondimenti e risorse utili:

 

-Unione vini Italia

-Come conservare il vino: cantinetta-vino.it

 

Tags:
vendemmiaagricolturarincariuivisema

in vetrina
Alessandro Cattelan porta EPCC a teatro: Ratajkowski, Chiara Ferragni e... ECCO I SUPER-OSPITI

Alessandro Cattelan porta EPCC a teatro: Ratajkowski, Chiara Ferragni e... ECCO I SUPER-OSPITI

i più visti
in evidenza
Fashion Week, nuove tendenze Paillettes, biker shorts e...

Costume

Fashion Week, nuove tendenze
Paillettes, biker shorts e...

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Porsche: addio al Diesel

Porsche: addio al Diesel

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.