A- A+
Lo sguardo Rosa
Gli abiti iconici che hanno fatto la storia della maison Versace
Foto LaPresse


È stato un anno importante per la maison Versace, che nel corso del 2018 è stata al centro dell’attenzione mediatica internazionale. Dallo scorso settembre, infatti, quando Donatella ha (ri) portato in passerella le top model icone degli anni ’90, il 2018 è stato un susseguirsi di emozioni, tributi e successi. Complice anche la serie tv statunitense The Assassination of Gianni Versace, il grande pubblico ha seguito con più interesse del solito le vicende della casa di moda e dell’iconica direttrice creativa Donatella, diventata una delle maggiori personalità del mondo della moda. Dopo un periodo di forte crisi, durato alcuni anni, come un’araba fenice, la maison si è ripresa, ed è tornata a dominare il fashion system italiano e internazionale, confermandosi simbolo delle eccellenze italiane nel mondo. Infine, notizia di ieri, (inaspettata ma non troppo) la vendita del marchio al colosso statunitense Michael Kors, ponendo quella di Versace tra le vendite più importanti e discusse del sistema moda e del Made in Italy.

Dopotutto, la casa di moda fondata da Gianni Versace ha sempre avuto un posto speciale nel cuore di tutti gli appassionati di moda. Merito della sua storia e delle sue meravigliose creazioni, che hanno segnato la storia del Made in Italy e della moda internazionale. Un sapiente mix di tradizione e innovazione, eleganza e sensualità, con un pizzico di irriverenza che ha conquistato milioni di donne. 

Ecco i cinque abiti iconici di Versace che hanno fatto scalpore nel mondo della moda e dello spettacolo, regalandoci dei momenti indimenticabili...

L’abito rosso di Cindy Crawford

La top model Cindy Crawford, musa di Gianni Versace, in occasione degli Oscar 1991 indossò una creazione del designer italiano. Si trattava di un lungo abito da sera rosso, con una generosa scollatura. In un sondaggio del 2008, condotto da Debenhams e pubblicato su The Telegraph, il vestito è stato votato al dodicesimo posto nella classifica dei migliori abiti di tutti i tempi visti su un red carpet. Un altro sondaggio del 2010, condotto dal sito offerssupermarket.co.uk relativamente agli abiti più memorabili degli ultimi cinquanta anni, ha posizionato il vestito della Crawford al decimo posto, scelto dal 44% dei votanti. Anche la rivista online Now Celebrity News & Style ha inserito l’abito rosso Versace fra i migliori dieci mai comparsi sul red carpet degli Oscar.

L’abito nero di Elizabeth Hurley

Questa creazione di Versace contribuì a creare il mito di Elizabeth Hurley, all’epoca “solo” fidanzata di Hugh Grant, che lo indossò in occasione della prima di Quattro matrimoni e un funerale del 1994. La peculiarità per cui il vestito è diventato celebre era il fatto di essere tenuto insieme da numerose spille da balia d’oro di grandi dimensioni, che lasciavano scoperti alcuni lembi di pelle. L’abito è uno dei più iconici della storia della moda, forse la creazione più conosciuta di Versace, e viene spesso citato come uno dei migliori di tutti i tempi.

L’abito del MET Gala di Donatella Versace

Riportato agli onori della cronaca dalla serie tv L’assassinio di Gianni Versace, il vestito fu creato da Gianni Versace e indossato da Donatella al MET Gala del 1996. Quello fu il momento in cui Donatella Versace fu presentata al mondo come la migliore musa della casa Versace, e il suo abito fece ben presto il giro del mondo, destando non poca curiosità per il suo stile audace e innovativo.

L’abito Jungle di Jennifer Lopez

Si tratta dell’abito-scandalo per eccellenza, indossato da JLo in occasione dei Grammy Awards del 2000. Anche conosciuto come Jungle Dress, rappresenta uno degli abiti famosi più ricordati nella storia del tappeto rosso, ed ha contribuito a lanciare la carriera di Donatella Versace. Si tratta di un vestito verde in chiffon di seta lungo, decorato con un motivo tropicale. L’abito, completamente trasparente, presentava una profonda scollatura che arrivava fino a qualche centimetro al di sotto dell’ombelico, dove era fermata da una spilla a forma di fiore. Al di sotto della spilla, l’abito si apriva nuovamente con uno spacco vertiginoso che lasciava scoperte le gambe. 

L’abito di Lady Diana

La principessa triste indossò questa creazione di Gianni Versace nel 1991, per un servizio fotografico realizzato dal fotografo di fama mondiale Patrick Demarchelier. La stessa fotografia venne poi utilizzata come copertina del giornale Harper's Bazaar nel numero dedicato alla scomparsa di Lady Diana, avvenuta il 31 agosto del 1997. Questo abito da sogno, un tubino lungo azzurro ghiaccio riccamente decorato con perline e gioielli, è stato battuto all'asta nel 2015 per 200.000 dollari (circa sei volte il suo valore originale).

Raffaella Celentano

Commenti
    Tags:
    modaversace
    Loading...
    in evidenza
    Bill Gates supera Jeff Bezos E' la persona più ricca del pianeta

    Al terzo posto il magnate francese Bernard Arnault

    Bill Gates supera Jeff Bezos
    E' la persona più ricca del pianeta

    i più visti
    in vetrina
    Asteroide verso la Terra. Rischio gelo perenne e choc climatico

    Asteroide verso la Terra. Rischio gelo perenne e choc climatico


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ferrari Dolcevita, il ritorno nel mondo delle coupè 2+2

    Ferrari Dolcevita, il ritorno nel mondo delle coupè 2+2


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.