A- A+
Lo sguardo Rosa
Sidecar Cocktail - Ricetta


Il Sidecar è uno dei miei Cocktail preferiti, è ideale a mio avviso sia per il periodo estivo che invernale, ed è considerato uno dei sei fondamentali in assoluto. Nato nella Parigi dei «folli» anni Venti, si prepara con cognac e triple sec In proporzioni su cui non c’è accordo. La ricetta migliore? Quella che piace

Informazioni sul Sidecar Cocktail

Ah, gli années folles. Oh, la Paris degli anni Venti. È là che nasce il Sidecar, il cocktail classico su cui non ci si mette d’accordo sulle dosi. Ma che conta?

Il Sidecar ci immerge nel sogno di quella capitale luminosa, risparmiata dalle distruzioni della Grande Guerra. Rifiorita tra Art Deco e artisti pazzi di lei tanto da innaffiarla con quel talento che si respira ancora oggi: da Scott Fitzgerald a Picasso, da Mondrian a Bunuel, da Cocteau fino a Modigliani, che gli anni ‘20 li intravide appena, maledetta tbc. E poi Rodin e Rilke, Apollinaire e Matisse.

Ma il Sidecar è anche un eccellente drink da bere forse in inverno ma io lo preferisco tutto l'anno, in quanto è in grado di competere a mio avvio con il Manhattan.

Fu sarcasticamente definito da David Embury come un «Daiquiri con il cognac». Salvo che poi il grande scrittore lo incluse tra i sei drink fondamentali. Chi l’ha inventato, non è certo. Ma Harry MacElhone, l’anima del leggendario Harry’s New York Bar — se passaste da Parigi non mancatelo: ancora oggi è in rue Daunou 5 — nella prima edizione del suo libro lo attribuì a Pat MacGarry. Nella seconda, Harry se lo autoattribuì. Sulla proporzione degli ingredienti, si è detto. Risultato collaterale, quando lo ordinate ve lo servono quasi sempre cattivo: troppo dolce, troppo secco, troppo acido... La verità è sempre la stessa: buono è quel che piace a voi.

Comunque, qui ripeto la ricetta dell’Iba, l’associazione dei bartender.

Sidecar Cocktail Ricetta

Misurino alla mano, si versano in uno shaker con il ghiaccio 5 cl di cognac, 2 cl di Triple sec (Cointreau), 2 cl di succo di limone. Shakerate come diavoli e filtrate in una coppa cocktail gelata.

  • Prima osservazione: il Sidecar richiede un cognac di razza.

Reggere l’impatto del limone e del Cointreau senza perdere l’anima è difficile, per questo occorre la concentrazione e la ricchezza interiore di un vecchio cognac e non lo spirito sgroppante di un cognacchino giovane. Insomma, che sia XO o al massimo VSOP.

  • Osservazione derivata: il Sidecar è un drink (relativamente) costoso. Io, per esempio, ho preso gusto a quello che mi ha consigliato Thomas Pennazzi, esteta del brandy: Martell Cordon Blue. Che però costa sui 135 euro, quasi 10 euri a drink. Non poco per un cocktail fatto in casa. Però, una volta sborsati i 135 e trovato autocraticamente l’equilibrio, che godere.
Commenti
    Tags:
    cocktail
    Loading...
    in evidenza
    Vegano, arancione, alla cannabis Vino mania : dieci tendenze

    Costume

    Vegano, arancione, alla cannabis
    Vino mania: dieci tendenze

    i più visti
    in vetrina
    Asteroide verso la Terra. Rischio gelo perenne e choc climatico

    Asteroide verso la Terra. Rischio gelo perenne e choc climatico


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ferrari Dolcevita, il ritorno nel mondo delle coupè 2+2

    Ferrari Dolcevita, il ritorno nel mondo delle coupè 2+2


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.