A- A+
Sportivi si nasce e poi si diventa
Gianmarco Tamberi e quel salto che vale oro

Ogni volta che arriva in finale, gareggia con la barba rasata da un lato solo. La scelta insolita, per alcuni addirittura trash, ha una sua precisa e scaramantica motivazione: ai campionati italiani juniores di salto in alto a Bressanone, nel 2012, il padre gli suggerì di radersi una guancia (la destra) e lasciare l’altra com’era. Un gesto per «stemperare la tensione delle gare importanti» davanti lo specchio, come i campioni nei film Hollywoodiani. Funzionò. Nell'occasione, il personale in qualche modo migliorò di undici centimetri (da 2.14 a 2.25). E da lì, il trattamento diventò un rito: Gianmarco Tamberi, 23enne di Ancona con l’atletica nel sangue, non se ne dimentica mai. Anche ieri infatti, quando ai mondiali di atletica leggera indoor di Portland (Usa), in un pomeriggio indimenticabile, ha vinto il titolo di campione del mondo in salto in alto - sotto gli occhi vigili del “Babbo”- superando la misura di 2,36 metri, non ha rinunciato al quel marchio di fabbrica imprescindibile. Al termine di una serata tutta di rincorsa, condizionata in avvio – sembrava irrimediabilmente - dagli errori sulle misure più basse, Tamberi è diventato così il sesto azzurro a fregiarsi del titolo nella ultratrentennale storia della manifestazione: quindici anni dopo la vittoria, a Lisbona 2001, di Paolo Camossi, con l’oro nel triplo; e dodici anni più tardi, a livello assoluto (tra indoor e outdoor), dall'ultimo titolo iridato di Giuseppe Gibilisco nell'asta, ai Mondiali di Parigi del 2003.

Il primo salto addirittura non supera i 2.20 – peccato difficilmente perdonabile in certi contesti. Poi (insieme ad altri sette atleti) arriva ai 2.29, per continuare con 2.33 (con soli altri due partecipanti); infine il colpo perfetto, lo stacco sopra i 2.36: che regala il brivido dell’impresa e la certezza della consacrazione a livello internazionale. Il carattere e la tenacia, più della tecnica, a far da discrimine. Alle sue spalle si è piazzato il britannico Grabarz, mentre il bronzo è andato allo statunitense Kynard. Non contento, davanti ai 7000 spettatori presenti, Tamberi ha chiesto poi di chiudere ponendo l’asticella al fatidico 2.40, attuale record italiano. Altri tre tentativi, ma nulla da fare: appuntamento rimandato con un nuovo obbiettivo. Da aggiungersi comunque a quello della finale olimpica di Rio il prossimo anno, forse molto più di un sogno. Intanto, la festa è per lui. Che dall’altra parte dell’oceano, nell’Italian Night andata in scena all'interno dell'arena dell’Oregon, ha restituito l’orgoglio all’atletica leggera nostrana dopo anni di carestia e false speranze. #Halfshaved (rasato a metà), è l’hashtag che spopola su Twitter tra i suoi sostenitori, impazziti di gioia.

Nel giorno della festa del Papà, Marco Tamberi, ex-atleta di spessore e da qualche tempo allenatore di salto in alto a livello professionistico, si è visto fare il regalo più grande di tutti: un figlio con l'oro in bocca e la voglia di diventare grande per volare ancora più in alto. Sempre con la scritta “Italia” stampata sul petto.

 

 

Commenti

    Tags:
    atletica leggerasalto in altousa

    in vetrina
    Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

    Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

    i più visti
    in evidenza
    Da Picasso all'arte islamica in Iran Jaca Book, ecco i libri in uscita

    Novità editoriali

    Da Picasso all'arte islamica in Iran
    Jaca Book, ecco i libri in uscita

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

    Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.