A- A+
Zoom
Berlusconi e la "De Gregorio connection": la vera storia mai raccontata

Grande scandalo su tutti i giornali, oggi, perché la Cassazione ieri ha chiuso il processo a Silvio Berlusconi per la presunta corruzione del senatore Sergio De Gregorio certificandone l’intervenuta prescrizione. Berlusconi, difeso dall’avvocato Franco Coppi, aveva chiesto l’assoluzione piena. Ne aveva qualche motivo, il Cavaliere, anche se è vero che De Gregorio a Napoli ha patteggiato la pena e anche se è vero che nel 2015 e nel 2017 Berlusconi è stato condannato in primo e secondo grado: perché la storia della "De Gregorio connection" è molto meno oscura di quel che è stato raccontato per tanti anni.

Parte fondamentale della vulgata, per esempio, è che il Cavaliere avrebbe convinto De Gregorio a passare dalla sinistra alla destra con versamenti (ovviamente) segreti. Ma le cose non stanno affatto così.

Basta leggere il Patto federativo firmato il 30 aprile 2007 a Roma dall’allora coordinatore nazionale di Forza Italia Sandro Bondi e dal senatore De Gregorio, in quel momento a capo del Movimento italiani nel mondo. È tutto alla luce del sole, nero su bianco: il patto stabiliva un’intesa per le amministrative del maggio 2007 “allo scopo di battere congiuntamente lo schieramento dell’Ulivo, del tutto alternativo per ideali e valori di riferimento”.

Il partito di De Gregorio, che certamente tutto era tranne che uomo di sinistra, presentava allora candidati in 80 Comuni e Forza Italia s’impegnò a erogare all’alleato oltre 700.000 euro in sei tranche, entro il 31 marzo 2008, come “contributo per le spese sostenute” e per “recuperare al centrodestra il consenso e il voto dei concittadini emigrati o all’estero”, evidentemente in successive elezioni.

Sei anni dopo, alla Procura di Napoli, De Gregorio (a sua volta già indagato a Napoli in un altro procedimento per il quale, proprio in quel 2013, pendeva una richiesta d’arresto bloccata al Senato) aveva denunciato di essere stato “comprato” dall’ex premier ed era così partito il processo per corruzione. Bondi aveva però confermato: «Nel 2007 tutto fu fatto alla luce del sole e su mia esclusiva iniziativa».

Nell'autunno 2008 era poi stato siglato un altro accordo politico da Denis Verdini, nuovo coordinatore di Forza Italia al posto di Bondi: gli altri contraenti, insieme con De Gregorio, erano stati i dieci leader di partiti minori, da Alessandra Mussolini (Azione sociale) a Gianfranco Rotondi (Nuova Dc), da Lamberto Dini (Liberaldemocratici) a Carlo Giovanardi (Popolari liberali). Ma c'erano anche Stefano Caldoro per il Nuovo Psi e Francesco Nucara per il Nuovo Pri.

Con quella seconda intesa si creava il “Comitato costituente del Popolo della libertà” e da una parte si garantiva l’elezione di un certo numero di candidati dei dieci partiti (da un minimo di 19 a un massimo di 27), dall’altra si stabiliva la loro confluenza nel Pdl.

Anche in quel caso, Forza Italia prometteva agli alleati “risorse economiche per sviluppare iniziative tese a integrare fra loro le differenti culture politiche”.

Verdini, che di quell'accordo datato 2008 era stato tra gli artefici, ha ricordato successivamente: “De Gregorio dice di essere stato comprato per fare cadere il governo di Romano Prodi. Ma Prodi se ne andò il 24 gennaio 2008, mentre De Gregorio era tornato nell’orbita del centrodestra già nel 2006, prima ancora di firmare la prima intesa: era stato eletto con l’Idv, ma fu grazie ai nostri voti che diventò presidente della commissione Difesa, e contro un candidato di sinistra”.

L'ACCORDO FORZA ITALIA-ITALIANI NEL MONDO

L'ACCORDO DI FORZA ITALIA CON I RAPPRESENTATI DI PARTITI E MOVIMENTI POLITICI. ECCO QUALI

Tags:
berlusconide gregorioprocessifranco coppisandro bondidenis verdini

in evidenza
Macigno sul Grande Fratello Vip L'amara scelta di Mediaset

Ascolti flop

Macigno sul Grande Fratello Vip
L'amara scelta di Mediaset

i più visti
in vetrina
Royal Family News, tra Meghan Markle ed Elisabetta II scoppia il "tiara-gate"

Royal Family News, tra Meghan Markle ed Elisabetta II scoppia il "tiara-gate"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.