A- A+
Zoom
Storia di A.U. prostituta e presunta ricattatrice

Ricordate Signore e signori, la geniale pellicola diretta da Pietro Germi nel 1965 e ambientata in un’imprecisata cittadina veneta? Grande film: raccontava storie di sesso e corna, ma parlava anche di una mesta società, intrisa d’ipocrisia e provincialismo. Ecco, se anche questa storia di cronaca fosse un film, potrebbe essere l’appendice aggiornata (ma ben più trucida) proprio di Signore e signori.

I luoghi del sequel, più o meno, resterebbero gli stessi: il Veneto ricco della provincia. Al posto di Virna Lisi, Gastone Moschin e Alberto Lionello, invece, bisognerebbe trovare protagonisti molto diversi: servirebbero attori capaci d’impersonare una prostituta slava e i suoi poveri quattro clienti, tutti ricattati allo stesso modo.

È questa, in sommi capi, la trama di una cupa storia di cronaca, tanto vera da aver portato ieri nel carcere di Padova un’immigrata romena di 28 anni, A.U., “squillo” di professione e accusata di avere estorto 165 mila euro a quattro uomini.

Uno di loro, un operaio di Piove di Sacco, un piccolo centro del Padovano, si era ucciso lo scorso gennaio soffocandosi con una busta di plastica. Proprio da quella tragica morte sono partite le indagini, perché l’uomo teneva nascosti in un cassetto alcuni fogli con i conti dei versamenti (circa 90.000 euro) e aveva lasciato sul cellulare i nomi e i numeri di alcune prostitute.

Insospettiti, i carabinieri di Piove di Sacco hanno ipotizzato di trovarsi di fronte a una vicenda di minacce ed storsioni, e hanno avviato un'indagine. Hanno così scoperto che, esattamente come l’operaio suicida, anche altri clienti di A.U. e di altre due prostitute della zona, sue complici, sarebbero stati convinti a consegnare alle professioniste il numero di telefono per organizzare successivi incontri.

Ma a quel punto per loro sarebbe anche cominciato l’inferno. Perché, sempre secondo quanto hanno scoperto gli investigatori, il telefono dei malcapitati non sarebbe stato utilizzato per favorire gli appuntamenti, ma soltanto per inoltrare loro continue richieste di denaro, e in alcuni casi vere e proprie minacce: “Se non mi dai i soldi, faccio venire due sicari dalla Romania” si sarebbero sentiti dire le vittime. In altri casi ai clienti sarebbe arrivata la minaccia, più banale, del disvelamento alle rispettive mogli dei rapporti sessuali a pagamento.

I carabinieri hanno impiegato due mesi per individuare altri tre uomini ricattati dalla piccola organizzazione criminale e per convincerli a raccontare quanto era loro avvenuto: sono due padovani e un bolognese, costretti rispettivamente a versare 70.000, 4.500 e 500 euro. In un caso, le pressioni sarebbero state notevoli: uno dei due clienti padovani infatti si sarebbe deciso a pagare dopo essere stato seguito per strada da un’auto con targa romena, e con alcuni uomini a bordo.

I carabinieri si sono convinti che in realtà le vittime delle minacce siano molto più numerose, e per questo hanno diffuso un invito a mettersi in contatto con la stazione di Piove di Sacco. È però assai più probabile che siano i militari a dover convocare in caserma altri uomini finiti nel giro dei ricatti, dopo averne individuato numeri e nomi sul cellulare di A.U. e delle sue presunte complici.

Saranno numerose, le vittime? Di certo, se dovesse gonfiarsi il caso della prostituta romena, nonché presunta ricattatrice seriale,  la sua soria rischierà davvero di trasformarsi nella trama di un film.

 

 

 

Tags:
prostituzionericatto

in evidenza
"Dogman" candidato dell'Italia Garrone in corsa per l'Oscar 2019

Spettacoli

"Dogman" candidato dell'Italia
Garrone in corsa per l'Oscar 2019

i più visti
in vetrina
The Cal 2019: the presentation of Pirelli Calendar 2019 will be held in Milan

The Cal 2019: the presentation of Pirelli Calendar 2019 will be held in Milan

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Il Motor Show cambia e diventa Motor Show Festival

Il Motor Show cambia e diventa Motor Show Festival

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.