A- A+
Campania

Per non dimenticare, per fare in modo che non accada mai più, per convertire il dolore in qualcosa di positivo. A volte, possono sembrare frasi fatte, parole vuote e di circostanza. Ma se a pronunciarle sono persone oneste e con la faccia pulita, che ti parlano della figlia, della nipote, della sorella, ancora con tanto amore, definendola l’ “angelo di casa”, allora non puoi non crederci.
 

foto rea

Non si piegano alle circostanze, Gennaro Rea, il figlio Michele, il cugino. La loro vita si è trasformata in tragedia da quel maledetto 18 aprile del 2010 quando, nel bosco di Ripe di Civitella, Melania venne uccisa con 35 coltellate. Ma la tragedia si è, pian piano, modificata. Oggi è sfida, speranza, coraggio, voglia di ricordare Melania facendo qualcosa di concreto per le altre donne che subiscono violenza familiare e che non hanno il coraggio di denunciare o, più semplicemente, non sanno come fare, non ne hanno i mezzi, gli strumenti. Ecco, quindi, l’idea, un’iniziativa che è dedicata alla memoria di una donna bella e sorridente come Melania: la creazione di un centro di ascolto per le donne che hanno subito violenza. «Dobbiamo necessariamente passare dalle parole ai fatti – dice zio Gennaro, il cugino del papà di Melania -. Quello che è successo a noi non deve più accadere. Ma vogliamo andare oltre il centro d’ascolto, il nostro obiettivo è di creare una vera e propria casa di accoglienza che dia supporti quotidiani a chi è in difficoltà. Una struttura operativa con all’interno professionalità specifiche, varie competenze».

Ci credono, i parenti di Melania. Stanno battendo in lungo e in largo la Campania e stanno coinvolgendo nel percorso tante altre associazioni presenti sul territorio. Un primo passo verso la realizzazione compiuta dell’ampio progetto, sarà realizzato sabato 20 aprile, proprio a Somma Vesuviana, la città di Melania. L’Associazione che porta il suo nome ha organizzato un convegno, durante il quale saranno presenti, tra gli altri, la conduttrice di “Chi l’ha visto”, Federica Sciarelli e la professoressa Roberta Bruzzone. E sarà presentata l’iniziativa del Centro di ascolto.

E’ il papà di Melania la vera anima dell’iniziativa. «A distanza di tre anni – racconta – ancora non credo a come sia potuto accadere. Salvatore (Parolisi, ndr) era uno di noi, gli avevamo aperto, spalancato le porte. Se non l’amava più, bastava riportacela a casa, era la nostra principessa, avrebbe continuato ad esserlo. La cosa più grave – dice ancora Gennaro – è che non ci ha mai chiesto scusa: ogni volta che ci vede, abbassa la testa. Non grida mai la sua innocenza. Se io fossi innocente, lo urlerei. Lui non lo fa. Tutto questo ci fa male, al pari dell’omicidio. Come ci fa male il comportamento dei suoi genitori. Basti pensare che ancora oggi ci dicono che le colpe vanno divise a metà: ma vi rendete conto?».
Tutti i pensieri e le azioni di Gennaro e della famiglia Rea oggi sono rivolti, in primis, alla figlia di Melania, la piccola Vittoria. «Siamo molto preoccupati per lei, è in un’età particolare e noi dobbiamo fare di tutto per tutelarla. In questo percorso, le istituzioni non ci stanno aiutando molto. Per quanto mi riguarda, ho il dovere morale di dire a mia nipote chi era la mamma. Insieme ad alcuni amici, stiamo scrivendo un libro per raccontare Melania alla piccola Vittoria. Lei ha perso una madre, ma anche un padre. Parolisi dice pubblicamente di volerla incontrare, che senza di lei non ce la fa. Ma poi, nei fatti, non provvede per niente al suo sostentamento. Vittoria, quando sarà grande, dovrà sapere tutto».

Alfredo Picariello e Francescapaola Iannaccone

Tags:
melania reaomicidiolibro
Loading...
in vetrina
Asteroide verso la Terra. Rischio gelo perenne e choc climatico

Asteroide verso la Terra. Rischio gelo perenne e choc climatico

i più visti
in evidenza
Bill Gates supera Jeff Bezos E' la persona più ricca del pianeta

Al terzo posto il magnate francese Bernard Arnault

Bill Gates supera Jeff Bezos
E' la persona più ricca del pianeta


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ferrari Dolcevita, il ritorno nel mondo delle coupè 2+2

Ferrari Dolcevita, il ritorno nel mondo delle coupè 2+2


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.