A- A+
Cinefestival
“Lo chiamavano Jeeg Robot” si aggiudica il premio Sesterzio d’Argento

di Andrea Cianferoni

“Lo chiamavano Jeeg Robot” si aggiudica il premio Sesterzio d’Argento
Ad Alessandro Haber va il riconoscimento “Romani si diventa”
 

Grande cinema, spettacolo e cultura si fondono in un tutt’uno nel premio cinematografico il “Sesterzio d’Argento”,  nato con lo scopo di celebrare Roma e il cinema d’autore, per l’importante ruolo che la capitale ha da sempre avuto nel cinema contemporaneo. Sede della quindicesima edizione del premio è la meravigliosa villa Agrippina - che apparteneva alla madre dell'imperatore Nerone, una famosa imperatrice romana - alle pendici del Gianicolo, trasformata ormai da qualche anno in un raffinato Hotel 5 stelle lusso appartenente alla catena alberghiera Gran Melià. La giuria composta da Adriano Amidei Migliano, Silvia D’Amico, Alessandra Levantesi e Michele Placido ha assegnato, durante una cena di gala preparata dallo chef Alfonso Iaccarino e realizzata grazie al prezioso contributo di Montblanc e Champagne Vranken-Pommery, il premio speciale “Romani si diventa” 2016 ad Alessandro Haber, per l’alta qualità del lavoro svolto e per aver scelto Roma come città di adozione.

Haber, nasce a Bologna il 19 gennaio del 1947 da padre ebreo e madre italiana. A nove anni ritorna in Italia con la famiglia dopo un'infanzia trascorsa in Israele. Nel 1967 ottiene la parte di Rospo nel film “La Cina è vicina” di Marco Bellocchio, che gli procurerà un discreto successo e lo farà notare da Pupi Avati che gli offrirà il ruolo di protagonista in “Regalo di Natale” e “La rivincita di Natale”. Haber si è cimentato in ruoli drammatici e comici e in questo ambito va ricordato il suo ruolo in “Fantozzi subisce ancora”, nei panni di un chirurgo molto particolare, ma anche l'interpretazione del vedovo che, in “Amici miei - Atto II°”, finisce vittima del prof. Sassaroli – interpretato da Adolfo Celi - che finge di essere stato per anni l'amante della sua defunta moglie, Adelina. Negli anni novanta recita in “Parenti serpenti” del 1992 di Mario Monicelli, e in quattro film di Leonardo Pieraccioni: I laureati, Il ciclone, Fuochi d'artificio e Il paradiso all'improvviso.  

Numerosi i ruoli interpretati a teatro. Nel 2006 si aggiudica il Premio Gassman come miglior attore per l'interpretazione di “Zio Vanja” nell'omonimo testo di Anton Čechov. Ad aggiudicarsi il premio Sesterzio d’Argento – Roma il Set nella Città al Gran Meliá Rome Villa Agrippina” 2016 è stato invece Gabriele Mainetti con il suo  “Lo chiamavano Jeeg Robot”. Un film rivelazione che ha messo d’accordo critica e pubblico, campione di incassi che ha già totalizzato dopo la tredicesima settimana di proiezione 5 milioni di euro e che ha vinto in Italia tutto quello che si poteva vincere: David di Donatello, Globo d’Oro, Ciak d’oro e ha ottime probabilità di portare a casa anche i Nastri d’Argento tra qualche settimana al Teatro Greco di Taormina. 

 

 

 

Tags:
sesterzio d'argento premiocinemajeeg robot premiato film

in vetrina
Grande Fratello Vip 3, Lory Del Santo nella Casa? Le parole di Scheri

Grande Fratello Vip 3, Lory Del Santo nella Casa? Le parole di Scheri

i più visti
in evidenza
"Mai amato Silvia Provvedi" Su Belen e Moric rivela che...

FABRIZIO CORONA CHOC

"Mai amato Silvia Provvedi"
Su Belen e Moric rivela che...

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova BMW X4, il SAV coupè dal carattere sportivo

Nuova BMW X4, il SAV coupè dal carattere sportivo

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.