A- A+
Cinefestival
Nelle sale "Pitza e Datteri" con Mehdi Meskar: "Una grande emozione per una storia intensa"

Saladino, un giovane e inesperto ventenne afgano, arriva a Venezia mandato dal suo Imam per aiutare la piccola comunità musulmana locale a superare il periodo di crisi che sta affrontando. A contatto per la prima volta con una realtà del tutto nuova e con la vicinanza del mare, Saladino trova in Bepi, un veneziano convertitosi all'islamismo per protesta, un vero e proprio mentore. Tra i vari casi che il giovane Saladino è chiamato ad affrontare il più complicato è quello della voluttuosa ribelle Zara, che dopo aver denunciato il marito violento gestisce un negozio di parrucchiere unisex e vive troppo all'occidentale.

Il film, diretto dal regista curdo Fariborz Kamkari, aveva diretto nel 2010 I fiori di Kirkuk (2010), è una commedia all'italiana girata nella suggestione di venezia dove Giuseppe Battiston già si muoveva con maestria in "Pane e Tulipani" 

Le inquadrature e gli scenari, lasciano da parte l'effetto cartolina per scoprire angoli e scorci di una città storica e bellissima anche nei colori e nelle sfumature. 
Il racconto ben sceneggiato si dipana intorno e dentro ai caratteri dei personaggi in particolare Saladino, interpretato dal giovane attore Mehdi Meskar.

Mehdi Meskar, nasce a Reggio di Calabria il 22 marzo 1995 e cresce a Treviso. All'età di 15 anni si trasferisce a Parigi dove inizia la sua carriera interpretando molteplici ruoli in cortometraggi . Nel 2012, fa una prima apparizione sul grande schermo nel film Nella casa di François Ozon. 

L'anno seguente viene scelto da Franco Dragone per lo spettacolo Story of a Fort, Legacy of a Nation, una creazione dedicata al patrimonio culturale di Abu Dhabi durante il Qasr al-Hosn Festival, Mehdi interpreta il ruolo centrale della storia, accanto a 70 acrobati e ballerini provenienti dal Cirque du Soleil. 

Subito dopo questo spettacolo, Meskar viene notato dal regista Fariborz Kamkari che gli dà il ruolo di Saladino, protagonista del film Pitza e Datteri accanto a Giuseppe Battiston. 

Affaritaliani lo ha intervistato all'indomani della prima del film in Italia. Mehdi ci ha raccontato l'emozione di tornare a Venezia (ha vissuto a Treviso) con gli occhi di Saladino, nei quali si riconosce. "Il messaggio del  film è l'unione, la capacità di andare avanti insieme. - sottolinea Meskar - Da Battiston ho imparato molto in ogni scena girata insieme, soprattutto l'umiltà come valore di attore e di uomo. Sono riconoscente a Fariborz per avermi affidato un ruolo da protagonista per una storia bella e intensa".

CLICCA QUI E ASCOLTA L'INTERVISTA A MEHDI MESKAR

Tags:
cinema-pitzaedatteri-mehdimeskar

in vetrina
Royal Family News, tra Meghan Markle ed Elisabetta II scoppia il "tiara-gate"

Royal Family News, tra Meghan Markle ed Elisabetta II scoppia il "tiara-gate"

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Toninelli visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Toninelli visto dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.