A- A+
Cinefestival
Seconda serata della XIV edizione dell'Ischia Film Festival

Seconda serata della XIV edizione dell'Ischia Film Festival 

 

Tra incontri, dibattiti e proiezioni esclusive, la seconda giornata dell'Ischia Film Festival si è conclusa nel segno dell'Ucraina (con Andriy Khalpakhchi, direttore artistico del Molodist festival) e del grande cinema europeo (con Margarethe von Trotta, presidente di giuria). Un parterre d'eccezione per la kermesse dedicata al cinema ed ai suoi luoghi.
Durante il sempre molto atteso cocktail-time d’apertura sulla terrazza del Castello Aragonese, il direttore artistico Michelangelo Messina, aspettando che cali il sole, ha introdotto le personalità presenti rimarcando l'importanza delle collaborazioni estere per aprire sempre più gli orizzonti.
Tra i tanti ospiti della seconda serata, a destare molto interesse è stata l’eccellente regista Margarethe Von Trotta che sarà insignita, anche, del Premio alla Carriera. “L’Ischia Film Festival è un evento davvero molto importante e prestigioso - ha affermato, aggiungendo – permette a noi addetti ai lavori di entrare in contatto con altri registi e sceneggiatori e conoscere location di alto interesse. Sono onorata di essere Presidente di Giuria.”
Carico di entusiasmo l'intervento di Andriy Khalpakhchi, che ha presentato “Chernobyl”: “Sono orgoglioso di rappresentare l’Ucraina e il ‘Molodist FilmFestival’ qui ad Ischia in questo meraviglioso Festival diretto dal mio amico Michelangelo e auspico che questi incontri portino ad una fattiva e duratura collaborazione a livello cinematografico tra i due paesi.”

Splendida e sorridente la madrina di questa edizione: Flonja Kodheli. “Per me è una grande gioia essere stata scelta come madrina di questo Festival eccezionale - ha dichiarato, continuando - “l’Ischia Film Festival riscuote, di anno in anno, sempre maggior successo perché punta sulla qualità delle proiezioni selezionate ed si sviluppa attorno alla tematica unica del Cineturismo in una cornice spettacolare.”
Spazio al cinema italiano con Andrea Brusa e Marco Scotuzzi, i registi emergenti di “Respiro”, l'opera dedicata al dramma vissuto dagli immigrati che cercano di valicare i confini di Stato, e a Tony D'Angelo, regista partenopeo ospite del Festival e che ha appena ultimato le riprese del film “Falchi” sui poliziotti in motocicletta.
Il regista e produttore Nour Gharbi, invece, attraverso l’opera “Mokusatstu”, ha presentato una tematica introspettiva che punta tutto sull’emotività dei personaggi.

Presente, poi, la bella attrice Dolya Gavanski, arrivata ad Ischia per promuovere la pellicola molto particolare ed interessante: “Golos: Ukrainian Voices”.
Ancora, da citare il regista Varham Mkhitaryan per la pellicola “Milky brother” che ha dichiarato: “Un grande privilegio poter promuovere il mio lavoro lontano dal mio Paese, in una terra fantastica come l’Italia, ospite di una meravigliosa isola, in un castello da sogno.”

Il regista Federico Di Cicilia, invece, presente per il suo “Irpinia, mon amour” ha rimarcato la valenza delle location come messaggio per la salvaguardia dei luogi e della popolazione, proprio come nel suo film.
Tra i critici cinematografici, non si è assolutamente sottratto ai microfoni dei giornalisti e ai flash dei fotografi, Valerio Caprara che ha catalizzato l’attenzione dei presenti con la sua affascinante ars oratoria e con la sua minuziosa conoscenza della Storia del Cinema.

Ma l'Ischia Film Festival è solo agli inizi. Una girandola di eventi caratterizza questa terza giornata dell’IFF. Anteprime nazionali, approfondimenti e un omaggio al più amato “bardo” di tutti i tempi, Shakespeare. E tra le opere in programma, imperdibile “South 32” un film sul dramma del bullismo adolescenziale.
Sì, la terza giornata dell’Ischia regalerà molte sorprese ed anteprime nazionali.

Presenti, agli incontri “Parliamo di Cinema” Luca La Volpa (direttore della fotografia per “Il suo nome”), Adrian Wootton (produttore di “All the world’s a screen: Shakespeare on film”), Jorg Bundschuh (co-produttore di “The Fencer”), Anshul Sinha (regista di “Gateway to Heaven”), Pierfrandesco Li Donnu (regista de “Loro di Npoli”), Eduardo Cocciardo e Antonello Pascale (rispettivamente regista e attore de “La Mezzanotte rossa”) e Alessandro Negrini (regista de “Tides – a history of lives and dreams lost and found”).
Imperdibile l’anteprima italiana di “The Fencer”, candidato agli Oscar per il miglior film straniero, e ai Golden Globe 2016, in proiezione presso la Piazza d’Armi alle ore 22.55.

Tags:
ischia film festivalcinema ischiafilm
in vetrina
Juventus-De Ligt, intesa con Raiola per il talento dell'Ajax. E Kean...

Juventus-De Ligt, intesa con Raiola per il talento dell'Ajax. E Kean...

i più visti
in evidenza
La nuova campagna Tampax #decidoio by Publicis Italia

Costume

La nuova campagna Tampax
#decidoio by Publicis Italia


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Opel Zafira Life: la monovolume a tre taglie fino a 9 posti

Opel Zafira Life: la monovolume a tre taglie fino a 9 posti


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.