Al Marriott di via Veneto apre Flora, rivive la "dolce vita" - Il video su Affaritaliani.it -

Cronache

Al Marriott di via Veneto apre Flora, rivive la "dolce vita"

 

Roma, (askanews) - Una sala in stile liberty-modernista, con vasi cinesi, specchi su pareti e colonne e un'illuminazione dinamica che "segue" il pasto adattando l'intensità luminosa alle varie portate. In cucina lo chef 36enne Raffaele de Mase, che guida una brigata di 11 persone. Il ristorante Flora del Rome Marriott Grand Hotel ha aperto i battenti in quello che era il salotto romano d'eccellenza, via Veneto, fulcro della "dolce vita" della Capitale. Nell'edificio in stile liberty, nato ai primi del '900, hanno soggiornato Richard Nixon, Paul Getty, Joan Crawford, Cassius Clay e Federico Fellini.L'obiettivo è fare una ristorazione in pieno stile italiano ma con una impronta internazionale. De Mase, napoletano di nascita e romano d adozione, ha alle spalle importanti esperienze al fianco di Heinz Beck, Salvatore Bianco, Ludovico D'Urso e Michelino Gioia.In carta anche un menu del territorio a 60 euro, che propone una rielaborazione di piatti tipici romani, dal pollo ai peperoni alla coda alla vaccinara passando per Amatriciana, guancia e ricotta e visciole, e un menu degustazione a 80 euro, con i piatti simbolo dello chef.La pasticceria è firmata dal ventiduenne, Baptiste Foronda, giovane talento della pasticceria d'Oltralpe. Non mancano i cocktail abbinati a una offerta food concepita dallo chef per pasti veloci ma gustosi e curati.