Cronache

Maxioperazione antidroga a Roma, scacco a Cosa nostra tiburtina

 

Roma (askanews) - Maxi operazione antidroga a Roma dove circa 300 carabinieri del Comando provinciale, coadiuvati dal Nucleo elicotteri, dalle unità cinofile e da militari dell 8° Reggimento "Lazio", su disposizione dell'autorità giudiziaria, hanno fatto scattare le manette ai polsi di 39 persone indagate, a vario titolo, per i reati di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, armi ed estorsioni, aggravati dal metodo mafioso; 46 in tutto le perquisizioni effettuate.L'operazione arriva a valle di indagini dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Tivoli, avviate nel febbraio 2016, che hanno delineato l'esistenza di un organizzazione mafiosa dedita principalmente alla gestione del monopolio del traffico e dello spaccio di droga, nell area di Tivoli e Guidonia, a est della Capitale. Gli investigatori, superando il muro d omertà frutto delle intimidazioni dell organizzazione criminale, dopo il sequestro di 1 kg di cocaina a due giovani "spacciatori" hanno dimostrato che entrambi erano al servizio di un'organizzazione più ampia che ha nel suo nucleo dirigente, persone legate dal vincolo di sangue e inseriti in un ampia rete criminale ditipo piramidale.

Advertisement
Advertisement