Culture

Ascoltare le onde elettromagnetiche a Roma con "Electrical Walks"

 

Roma, (askanews) - Arrivano per la prima volta a Roma le "Electrical Walks" di Christina Kubisch: tramite delle cuffie speciali, che captano i segnali elettromagnetici presenti in città tramutandoli in suoni, si può passeggiare per il quartiere attorno al Goethe Institut (Via Savoia), fermandosi nei punti segnati su una mappa creata appositamente dall'artista tedesca - in particolare bancomat, sistemi anti-taccheggio dei negozi, videocamere di sorveglianza, quadri elettrici dell'Enel - e poi spingersi fino alla stazione Termini e rimanere affascinati dal "concerto sonoro" delle onde normalmente non udibili dall'orecchio umano.Incredibile il suono emesso da un armadietto di fibra ottica della Tim. E quello di un bancomat in via Savoia.Queste passeggiate elettromagnetiche (a Roma fino al 30 ottobre, gratuite, basta ritirare le cuffie al Goethe Institut), sono iniziate nel 2003 e si sono già tenute in diverse città e continenti. La compositrice e sound artist, tra le pioniere in Europa dell'elettronica applicata all'arte, Christina Kubisch: "Qui a Roma ho amato soprattutto i suoni della Stazione centrale, perché c'è tanta attività, qui intorno al Goethe Institut invece è tutto più silenzioso. Anche se si tratta di un suono nascosto normalmente, rispecchia la realtà di quello che sentiamo normalmente, acusticamente". "Il prossimo Electrical Walk, sarà il numero 72, l'ho fatto in quasi tutto il mondo, e si terrà a Shangai, poi un altro in Nigeria e un altro a Pasadena, quindi dovrò viaggiare molto".


Advertisement