Culture

Paratissima arriva a Milano, per raccontare distopie tecnologiche

 

Milano (askanews) - Storico evento torinese, Paratissima arriva anche a Milano, in occasione della Photo Week del capoluogo lombardo, e lo fa scegliendo un tema decisamente affascinante, come ci ha spiegato Francesca Canfora, direttore artistico di Paratissima."Through the Black Mirror - ha detto ad askanews - prende spunto dal concetto dello schermo nero del pc, parlando di distopie presenti e futuribili legate alla tecnologia- Gli artisti in pratica hanno dato un'interpretazione di quello che può essere lo specchio che in certi casi non è uno specchio obbediente, non rimanda la nostra immagine per com'è, ma rimanda quello che ci portiamo dentro, le nostre inquietudini e ciò che è più sepolto al nostro interno".Il progetto, allestito a Base in zona Tortona a Milano, è ricco e variegato come era lecito aspettarsi da una realtà che, da anni, è un soggetto principale sulla scena del contemporaneo."Non ci occupiamo solo di artisti indipendenti - ha aggiunto Francesca Canfora - ma Paratissima nasce come realtà ibrida, per cui al suo interno potete trovare anche delle gallerie d'arte: ci sono artisti che partecipano con progetti espositivi propri, con un curatore e poi tutta una sezione espositiva curata, una vera e propria mostra che ha origine dal tema dell'evento, che è Through the Black Mirror a cui partecipano quasi 110 artisti".

Advertisement
Advertisement