Culture

Una mongolfiera come gesto di bellezza per la sostenibilità

 

Milano (askanews) - Una mongolfiera per parlare di sostenibilità in maniera nuova. Faust, il brand editoriale promosso da Gianluigi Ricuperati ha portato a Milano il progetto "Fund a New Future": un oggetto-evento che è stato insieme un'esperienza sensoriale, un festival culturale e un'installazione artistica.Ne abbiamo parlato, per trarre un piccolo bilancio finale, con lo scrittore torinese: "La mongolfiera che vedete alle mie spalle - ci ha spiegato Ricuperati - è il simbolo di Fund a New Future, che è un'iniziativa sostenuta dal Salone del Risparmio, che ha sostenuto un'operazione molto borderline, ma, secondo me, molto di qualità e innovativa all'interno di un contesto molto istituzionale come quello del Salone del Risparmio, dove vengono ministri e altre figure autorevoli a parlare dello stato della finanza in Italia".Sempre attento alle contaminazioni di contesto, ma senza dimenticare la sua vocazione di fondo di scrittore e intellettuale, Ricuperati ci ha spiegato in quale campo si è mosso il piccolo festival. "Fund a New Future - ha aggiunto - significa sostieni e finanzia un nuovo futuro e in questi giorni abbiamo parlato di modo di orientarsi, di comunicare".La mongolfiera, insomma, come "gesto di bellezza, per essere dei creatori di bellezza". Lo stesso spirito ha portato Faust a realizzare anche una piccola mostra di palazzi d'aria ispirandosi allo scrittore Thomas Bernhard.Più in generale è molto affascinante l'idea che sostiene il modo stesso in cui Faust si pensa, assumendo su si sé - nelle parole di Gianluigi Ricuperati - il patto con il diavolo della realtà per poi riproporlo in forme sempre diverse. Come una mongolfiera decorata da Emiliano Ponzi nel cielo turbolento di una Milano di pioggia e grattacieli.