Economia

Fca, Regione Piemonte e Comune chiedono incontro a Marchionne

 

Torino (askanews) - Una richiesta di incontro all'amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne verrà avanzata con una lettera ufficiale dalla Regione Piemonte e dal Comune di Torino. È quanto emerso al termine dell'incontro in Regione Piemonte con i sindacati metalmeccanici per parlare del futuro degli stabilimenti torinesi di Mirafiori, in vista di settembre, quando scadranno gli ammortizzatori sociali.Dario Basso, segretario torinese della Uilm e Claudio Chiarle, segretario torinese della Fim: "Abbiamo sottolineato il problema che abbiamo all'orizzonte - ha spiegato - la mancanza di ammortizzatori sociali che a settembre potrebbero terminare e quest'esubero che ancora grava sulla carrozzeria di Mirafiori, questo 1.250 lavoratori che potrebbero da un momento all'altro vedersi espulsi dal circuito lavorativo"."La Regione si è presa l'impegno di fare una lettera a nome degli Enti locali all'azienda per richiedere un incontro, ne abbiamo preso atto e vedremo questa iniziativa quale frutti darà. Ovviamente non essendoci presente l'azienda era un dibattito su un film in cui non c'era l'attore protagonista, quindi più che prendere atto dell'invito e dell'iniziativa della regione non potevamo fare".Il primo giugno 2018, Fca presenterà a Balocco il piano industriale 2018-2022. Il timore dei sindacati è che il secondo modello per Mirafiori, oltre al Suv "Levante" di Maserati, non arrivi in tempo utile per scongiurare gli esuberi, visto che a settembre scadono gli ammortizzatori sociali.Le istituzioni vogliono quindi incontrare Fca per avere certezzesulle prospettive degli stabilimenti piemontesi, prima di giugno.

Advertisement
Advertisement