Economia

Goodyear: hi-tech e car sharing, mobilità sempre più sostenibile

 

Ginevra (askanews) - Car sharing, nuove tecnologie e la spinta dei cambiamenti climatici: la mobilità del futuro sarà sempre più sostenibile. E' la visione di Goodyear, arrivata al salone dell'auto di Ginevra con due prototipi e un concept, uno pneumatico che mangia lo smog. Elena Versari, Sales general manager Consumer del gruppo americano. "L'aumento della tecnologia - afferma Versari - e l'inserimento di elementi tecnologici all'interno dei prodotti porteranno tutta una serie di benefici, come la possibilità di essere continuamente connessi con la propria vettura e con i propri pneumatici. E riteniamo anche che molte delle evoluzioni saranno spinte dai cambiamenti climatici che dobbiamo affrontare: l'inquinamento è il primo".La mobilità sta cambiando profondamente, con trasformazioni accelerate dai nuovi comportamenti dei cittadini. "Si stanno trasformando - spiega la manager - le esigenze di trasporto dei consumatori. Un esempio chiaramente è l'aumento del car sharing, le auto condivise, che rappresentavano solo un 4% dei chilometri percorsi, ma che si stima entro il 2030 rappresentino ben oltre il 25% dei chilometri percorsi".Un ruolo cruciale spetta al legislatore, che deve incentivare l'industria dell'automotive a produrre veicoli sempre meno inquinanti. "Credo che dal regolatore - aggiunge Versari - ci sia già una fortissima attenzione a quelli che sono i limiti di inquinamento consentiti per le auto. Quello che si sta facendo è di fissare dei limiti sempre più restrittivi e, di conseguenza, tutto il settore ha una spinta a creare nuove soluzioni come quelle che state vedendo alle mie spalle. Che oggi sembrano il futuro ma domani saranno sicuramente il presente. E Goodyear in questo senso è impegnata e lo è da 120 anni".

Advertisement
Advertisement