Economia

Intesa Sanpaolo, 1.5 mld a imprese che investono in Zes Campania

 

Milano (askanews) - Un planfond da 1,5 milardi di euro per le imprese italiane ed europee orientate all'export e intenzionate a investire nella Zona Economica Speciale della Campania. Risorse messe a disposizione dal Banco di Napoli, del gruppo Intesa Sanpaolo, che con la sua iniziativa non si limita a un normale supporto finanziario alle imprese ma offre pacchetto completo che prevede un regime fiscale agevolato, con crediti di imposta per investimenti fino a un massimo di 50 milioni di euro, oltre che una serie di semplificazioni amministrative, burocratiche e doganali. Le aziende beneficiarie dovranno però mantenere la propria attività nella Zona Economica Speciale della Campania per un periodo minimo di 7 anni.Spiega Teresio Testa, direttore Maketing Imprese di Intesa Sanpaolo: "Ricordiamoci che il 20% del commercio mondiale passa attraverso il Mediterraneo e quindi essere posizionati là dove c'è questo così importante traffico è un fattore competitivo importante da cogliere".Il progetto Zes Campania è frutto dell'accordo siglato a fine 2017 tra Banco di Napoli e Autorità di Sistema Portuale del mar Tirreno Centrale. L'obiettivo è permettere al manufatturiero italiano e in particolare al Mezzogiorno di intercettare flussi commerciali internazionali.Come sottolinea ancora Testa, Intesa Sanpaolo conferma così la sua tradizionale vocazione di banca di sistema al servizio del territorio: "Essere vicino e di supporto alle pmi vuol dire costruire il futuro nel nostro Paese perchè queste pmi devono crescere e per crescere hanno bisogno non solo del finanziamento ma di una banca che possa aiutarle nell'internazionalizzarsi, nell'investire in ricerca e sviluppo, nell'investire nell'innovazione e nella formazione. Noi abbiamo costruito un percorso e una serie di prodotti che vanno in questa direzione. Vogliamo non solo essere fornitore di denaro, di landing, che è un po' scontato, nel senso che da una banca un'imprenditore per prima cosa si aspetta il denaro. Ma noi, oltre a quello, che non abbiamo mai mancato di far arrivare a pmi vogliamo essere anche qualcosa di più e quindi aiutarle nell'acquisire qeulle skills e quegli elementi che rendono l'azienda più competitiva a livello globale".Dopo l'incontro di inizio luglio a Napoli, a Milano c'è stato il secondo worshop promosso da Intesa SanPaolo proprio per illustrare agli imprenditori italiani e intenzionali le opportunità da cogliere con il progetto Zes. Presente, tra gli altri, il direttore generale del banco di Napoli Francesco Guido: "Oggi qui a Milano rappresentiamo queste opportunità alle imprese del Centronord Intesa Sanpaolo affinchè possa nascere in manifera virtuosa un ciclo produttivo importante e autogenerante in modo tale da poter effettivamente interscambiare le migliori potenzialità del Nord con le opportunità del Sud e da questo punto di vista favorire una crescita complessiva del Paese".


Advertisement